Gabriele MicozziDonatella Cinelli Colombini Tag

Vini per gay, per singoli e per innamorati

Qualche nota semiseria sui vini preferiti o più adatti per gay, single e coppie con la premessa che il vino accresce la seduzione solo se è buono e poco

 

Vino e seduzione - Alessandra Rotondi: vino per gay, single e coppie

Vino e seduzione – Alessandra Rotondi: vino per gay, single e coppie

di Donatella Cinelli Colombini

L’alimentazione e la cultura dei diversi Paesi ma anche l’età dei consumatori influiscono sulla scelta del vino ma ci sono anche altri elementi dello stile di vita che influenzano la predilezione per un certo tipo di vino anziché un altro; ad esempio essere gay oppure single o ancora innamorati.

 

VINI DEI GAY

Cominciamo con i Gay. Il sociologo e comunicatore Klaus Davi, ha analizzato 100 giornali statunitensi scoprendo che la comunità gay americana predilige i vini italiani. Notizia molto positiva visto che gli omosessuali sono noti per lo spiccato senso estetico e la predilezione per le eccellenze enogastronomiche. La classifica delle etichette predilette comprende solo vini simbolo molto costosi al punto che Sara Boriosi è sbottata commentandola su Intravino <<non credo di aver mai visto tanti luoghi comuni tutti assieme>>. Le prime 5 bottiglie della lista sono Sassicaia, Ornellaia, Amarone Allegrini, Brunello Biondi Santi e Barbaresco Gaja.

 

VINI PER SINGLE

Vino per gay, single e coppie

Vino per gay, single e coppie

Andiamo a vedere i vini per single aiutandoci con Scattidigusto. Le indicazioni sono meno glamour e più attente alla presenza di mezze bottiglie. Si tratta infatti di un elenco ragionato di grandi vini in edizione mignon con qualche suggerimento più fantasioso. Anche in questo caso cito i primi cinque vini della lista: Barolo Serralunga Principiano, Bolgheri Varvàra Castello di Bolgheri, Pigato Terre Bianche, Rossese di Dolceacqua Terre Bianche, Teroldego Foradori.

 

Per gli innamorati ho cercato i vini proposti per la cena di San Valentino 14 di Febbraio. Il giorno dell’amore celebra il vescovo di Terni che venne decapitato nel 273 dopo Cristo per aver unito in matrimonio un legionario e una giovane cristiana.