principio di coerenza Tag

LA COERENZA COME OPTIONAL

PERCHE’ LA COERENZA E’ DECISIVA PER IL SUCCESSO DEL VINO MENTRE I POLITICI SI RIMANGIANO CONTINUAMENTE QUELLO CHE DICONO MA SONO COMUNQUE ELETTI

 

la-coerenza-nella-politica-e-nel-vino-Donatella-Cinelli-Colombini-

la-coerenza-nella-politica-e-nel-vino-Donatella-Cinelli-Colombini-

di Donatella Cinelli Colombini

E’ davvero sorprendente notare quanto le imprese stiano attente a non contraddirsi nella comunicazione e nel marketing mentre i politici si rimangiano continuamente i propri impegni.
Possibile che il pubblico faccia pagare un prezzo diverso all’azienda o al brand che tradisce i propri valori e invece non punisca i politici che fanno il contrario di quello che promettono?

 

LE CONTRADDIZIONI DEI POLITICI

Ho sentito Carlo Cottarelli spiegare che la fine delle “ideologie” ha sostituito il “pensiero politico” cioè i principi di ogni gruppo politico con i sondaggi spingendo i leader a cambiare le loro dichiarazioni in base agli effetti sull’elettorato. Il risultato è che la mattina dicono una cosa e il giorno dopo un’altra. L’ultima campagna elettorale è stata una trottola di dichiarazioni e smentite, promesse irrealizzabili e alleanze contrarie a ciò che era stato dichiarato prima.
Ovviamente l’astensionismo cresce, soprattutto fra le donne, che sono generalmente più pragmatiche degli uomini. Come fai a votare della gente che dice una cosa e ne fa un’altra?
Ma comunque molti di questi “pinocchio” vengono eletti e poi governano.
Nel business le cose vanno diversamente: gli scandali fanno crollare le vendite e l’incoerenza rompe il patto di lealtà fra chi produce e chi compra.