Un sabato nel segno delle nuove amicizie lionistiche

la sala da degustazione con la vignetta di Emilio Giannelli

Un sabato nel segno delle nuove amicizie lionistiche

Il 19 novembre sono arrivati a Montalcino i membri del Lions Club Foligno guidati dal presidente Salvatore Zaiti. 32 fra soci e familiari pronti a immergersi nella civiltà del Brunello. Per loro era pronto un programma veramente straordinario a cui avevano lavorato per giorni i soci del Lions Club Montalcino La Fortezza sotto la vigile e creativa direzione di Raffaella Lambardi

la sala da degustazione con la vignetta di Emilio Giannelli

la sala da degustazione con la vignetta di Emilio Giannelli

Prima tappa la villa di Ernesta Giannelli Carli per la visita alle cantine di Brunello, una lezione di cucina e una degustazione. Cornice fantastica con mobili di grande antiquariato e persino un disegno del fratello di Ernesta, Emilio Giannelli, quello che ogni giorno firma le vignette della prima pagina del “Corriere della Sera”.

Le signore hanno indossato i grembiuli dipinti da Giulia di Stefano, bravissima Leo di Montalcino e si sono riunite intorno al tavolo di cucina per imparare la tipica pasta fresca di Montalcino -i pinci- sotto la direzione di due past president Patrizia Merlo e Marialuce Papini.

Nel frattempo gli uomini erano nella sala da pranzo della villa dove hanno degustato 15 annate di Brunello – da quello appena nato alle grandi riserve. Bottiglie donate da 9 Lions produttori di vino che hanno consentito agli ospiti un’esperienza straordinaria e difficile da ripetere. Ha guidato l’assaggio Nora Tadros, anche lei titolare di una cantina, insieme al marito Diego Molinari. Era presente la collega Carmelita Batori, Lion e produttrice di Sagrantino di Montefalco.

la lezione di cucina

la lezione di cucina

Già in questa prima parte del programma era evidente il coinvolgimento di tutti i soci montalcinesi, che hanno lavorato con spirito di squadra senza la minima rivalità.

Pranzo nel quartiere Ruga

Pranzo nel quartiere Ruga

La visita è continuata a Montalcino, con sosta nella Fortezza trecentesca e poi nel quartiere Ruga per un pranzo a base di piatti tradizionali. Insomma una full immersion nella cultura locale in una cornice antica e suggestiva. Quasi settanta commensali e un’atmosfera di vera amicizia lionistica con i membri dei due seduti agli stessi tavoli. Al termine lo scambio dei doni e i brindisi.Lions Clubs

La visita è continuata nel Museo Diocesano e Civico che conserva una ricca collezione di statue lignee policrome e numerose tavole del XIV e XV secolo.

Dopo questo momento culturale, l’ultima tappa è stata ancora nel mondo del vino nella cantina Casato PrimeScambio dei doni

Donne della Presidente del Lions Club Montalcino La Fortezza Donatella Cinelli Colombini. Qui sono state ripercorse le tappe principali della storia di Montalcino.

E’arrivato il momento dei saluti e la promessa di rivedersi a marzo a Foligno. Per tutti e soprattutto per il Lions Curzio Ciacci, che è stato l’artefice di questo incontro, la gioia di aver vissuto una giornata che ha arricchito tutti di nuove amicizie, di cultura e di esperienze enoiche.

Per la presidente del Lions Montalcino La Fortezza l’orgoglio di guidare un gruppo capace di lavorare insieme con generosità e intelligenza per trasmettere all’esterno lo spirito lionistico e la forza antica della terra montalcinese.

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi