Bicchieri sporchi al ristorante: un problema diffuso

bicchieri da degustazione

Bicchieri sporchi al ristorante: un problema diffuso

Residui di sapone, lavaggi approssimativi, polvere … sono i problemi più frequenti dei bicchieri sporchi al ristorante e anche quelli che allontanano i clienti

bicchieri da degustazione

bicchieri sporchi al ristorante

Di Donatella Cinelli Colombini, Agriturismo, Toscana, Fattoria del Colle

Il 97% dei clienti britannici intervistati al Restaurant Show di Londra da un sondaggio dal dipartimento lavastoviglie della Classeq, ha dichiarato che avrebbe smesso subito di mangiare se si fosse accorto di usare stoviglie sporche.
E gli inglesi non sono schifiltosi come i giapponesi! Eppure l’idea di bere in bicchieri sporchi li blocca e come dagli torto! Il problema è più diffuso di quanto non si pensi, nel report della birra Cask c’è scritto che un bicchiere su tre, fra quelli dove è servita la birra, è sporco e il 40% ha comunque dei difetti (opacità, bordi rovinati ecc).

bicchieri carta e fogli per la lezione sul vino

bicchieri sporchi al ristorante

Residui di sapone o di altri prodotti chimici anche lasciati nel bicchiere dalla vetreria di fabbricazione possono rovinare l’aroma e il sapore del vino o della birra.
I Sommelier hanno più volte sottolineato la necessità di bicchieri “freschi” per offrire un’ottima esperienza ai clienti denunciando quanto sia invece sottostimato questo aspetto a causa di attrezzature di lavaggio spesso inadeguate. Al problema igienico si somma infatti quello degli odori di detersivo o di cibo nel caso la lavastoviglie sia usata anche per piatti e posate, oltre che per i bicchieri.
Tornando all’igiene, lascia sorpresi la lista delle “cose più sporche del ristorante “ tratta da un rapporto ABC News diffuso dall’Huffington Post Usa e poi dal blog  cantello.it Nell’ordine decrescente risultano più contaminati: sedie, menù, fette di limone, contenitori di sale e pepe, tavoli, bordi dei bicchieri, maniglie delle porte del bagno, bottiglie di ketchup e pinze per l’insalata.
Una classifica che fa riflettere e forse ha sempre la stessa origine: avete notato quante volte le persone escono dal bagno con le mani sporche? Perché il lavaggio abbia effetto occorre insaponare le mani e aspettare qualche secondo massaggiandole bene. Invece nella maggior parte dei casi i clienti si sciacquano le mani con una passatina sotto il rubinetto del tutto inutile. Questo spiega perchè le cose più contaminate sono quelle che vengono toccate e non ricevono una disinfezione frequente: sedie, menù, tavoli oppure oggetti che rimangono a lungo sulla tavola some sale, pepe e ketchup. Per quanto riguarda il limone suppongo che spesso arrivi in tavola senza essere stato lavato mentre penso che le maniglie delle porte del bagno non siano in cima alla lista solo perché spesso vengono lucidate.
Purtroppo, tuttavia, le criticità dei bicchieri sporchi emerge anche da questa indagine.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi