Favorevoli o contrari alla mucca che produce latte umano?

mucca-clonata-rosita

Favorevoli o contrari alla mucca che produce latte umano?

Dareste al vostro neonato il latte di una mucca con DNA modificato? Qui alla fattoria del Colle agriturismo in Toscana– le mamme dicono di no le giovani si

mucca-clonata-rosita

mucca-clonata-rosita

Un piccolo sondaggio fatto in casa ha rivelato opinioni molto diverse in base all’età e all’esperienza diretta dell’allattamento. Le giovani pensano al latte di mucca simile a quello umano come a un’opportunità per quando avranno un neonato.  Invece a quelle che sono state mamme si  accende l’allarme rosso. Quali saranno le conseguenze di questo alimento sulla salute dei figli, magari non subito, ma dopo 10 o 20 anni?

La mucca Rosita è una specie di minotauro ( mezzo uomo e mezzo toro) al femminile creato dagli scienziati  argentini clonando una mucca e aggiungendo nel suo DNA due geni umani.

Le ricerche condotte in argentina dall’Università Nazionale di San Martin (Unsam) e dall’Istituto Nazionale di

mucca-rosita

mucca-rosita

Tecnologia Agrozootecnica (Inta)  non sono le sole in corso. Alla Chinàs Agricultural University di Pechino hanno una mandria di 300 mucche con DNA modificato per produrre latte umano. Più che la validità della ricerca preoccupa la deriva scientifica verso interventi sempre più invasivi e manipolatori sulla natura. Anche Wise Society , che segue con molta attenzione tali argomenti nel suo sito, arriva a gli stessi dubbi espressi dalle ex mamme della Fattoria del Colle << ma serve il latte umano fatto dalle mucche?>>. Secondo voi << è il fatto di stare in una campagna immutata da secoli come la Val d’Orcia e le Crete senesi che ci rende scettiche sulla ricerca scientifica oppure è una sana prudenza?>>

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini