I millennials italiani chi sono e cosa bevono

Millennials

I millennials italiani chi sono e cosa bevono

I millennials ovvero chi ha 18-35 anni sono la generazione dell’incertezza e dello smartphone ma anche buongustai radicati al territorio e consumatori di vino

Millennials

Millennials

Di Donatella Cinelli Colombini Brunello Casato Prime Donne

MILLENNIALS E LAVORO

In Italia è la generazione dell’incertezza, soprattutto lavorativa. “Sono in viaggio, non in fuga” racconta l’indagine Episteme e Bocconi per Axa Italia. Una generazione che oscilla fra coraggio e rassegnazione. Persone che trovano nell’affettività, nel pragmatismo di chi va all’estero, nella flessibilità totale di chi si inventa un mestiere una continua ricerca di soluzioni ai pochi soldi e alle prospettive incerte.

MILLENNIALS A TAVOLA

giovani_cuochi

giovani_cuochi

A fianco di questo quadro complicato ne troviamo un altro più sereno che riguarda la convivialità dei giovani. Le notizie arrivano dall’Osservatorio Birra Moretti (602 millennials) e mostrano una vera e propria generazione di buongustai in contrapposizione con l’immagine di apatia e assenza di caratteri stabili che usciva dalla prima analisi.
Prima parola chiave #identificazione i giovani si rispecchiano (86%) in ciò che mangiano e in come mangiano. #territorialità legame alla gastronomia regionale (84%) oppure addirittura locale (75%). #trasparenza questo sentimento va a braccetto con la battaglia Coldiretti in favore del luogo di origine in etichetta, del Km 0, della filiera corta …. e di tutte le azioni che mirano a rendere comprensibile l’origine degli alimenti. Ottima notizia il 50% dei millennials pratica volentieri il turismo enogastronomico.

Gruppi-al-lavoro

Gruppi-al-lavoro

#salute nella mente dei giovani l’alimentazione è intimamente connessa al benessere del corpo e “curarsi con il cibo” mangiare sano sono ormai dei must, infatti il 60% consuma alimenti biologici.
#esperienza il 44% dei Millennials vorrebbe fare lo chef e il 27% il Sommelier. Il cibo è anche hobby e aspirazione lavorativa non a caso sono anche la generazione di Masterchef e della TV dei fornelli. Il 33,7% del campione ha frequentato corsi amatoriali o degustazioni di vini e birre.

MILLENNIALS NUOVI IMPRENDITORI

etichette-controllo

etichette-controllo

Un’immagine positiva, di persone consapevoli e disposte a reinventarsi il futuro che trova una conferma nei dati presentati da Censis all’Expo: i millennials gestiscono il 9% delle imprese italiane, ne creano 300 al giorno e sono i protagonisti della ripresa italiana. (Vita da Millennials: web, new media, startup e molto altro. Nuovi soggetti della ripresa italiana alla prova). Una generazione che lavora tanto e guadagno poco, una generazione sharing che affitta il divano del salotto e si sposta in bicicletta, ma soprattutto ha una digital life e nel 94% dei casi è utente di internet e nell’84,7% utilizza lo smartphone sempre connesso in rete.

Millennials e vino

Millennials e vino

MILLENNIALS E VINO

E il vino? Un’indagine su 944 millennials di 6 nazioni ((Italia, Francia, Germania, Spagna, Uk e USA) condotta dal Professor Andrea Rea dello SDA Bocconi Scuola di Direzione Aziendale -Wine Management Lab, ha rivelato un grandissimo interesse dei giovani per il vino che viene giudicato naturale e legato all’idea di convivialità ricercata, soprattutto fuori casa. Qui le parole chiave sono intimità, natura e qualità.