Screaming Eagle il nuovo mito del vino

Screaming-Eagle

Screaming Eagle il nuovo mito del vino

Costa quattro volte più di Chateau Lafite, Screaming Eagle è un vino cult avvolto dal mistero e sostenuto dagli stratosferici punteggi di Robert Parker

Screaming-Eagle

Screaming-Eagle

Di Donatella Cinelli Colombini, Montalcino, Brunello, Casato Prime Donne

L’inizio dell’articolo di W. Blake Gray per Wine Searcher colpisce: Screaming Eagle e il suo proprietario Stan Kroenke appaiono come inaccessibili e misteriosi. <<This is a brand that makes its money through mystique. Everyone has heard of it, but few have tasted it.>> questa cantina fa soldi con il suo mito quasi mistico. Tutti ne hanno sentito parlare ma pochissimi hanno assaggiato il vino.
Se c’è un modo per incuriosire sulle 10 cose che tutti vorrebbero sapere Blake Grayl ha trovato.
Screaming Eagle Cabernet Sauvignon è un vino cult vino fino dalla nascita. La prima annata, 1992, ebbe 99/100 da Robert Parker e la sei litri di questo vino, battuta a

Screaming-Eagle

Screaming-Eagle

un’asta benefica, nel 2000, per la vertiginosa cifra di 500.000 Dollari è considerata la bottiglia più cara del mondo. Le quantità limitate, la lista d’attesa dei clienti e i punteggi altissimi di Robert Parker che spesso gli ha assegnato 100 centesimi, hanno fatto lievitare i prezzi fino a una media di 3.000$. Prezzi che non sono affatto scesi quando i punteggi dei critici sono stati più bassi.Un’altra leggenda è Stan Kroenke, il proprietario di Screaming Eagle. Si è fatto da solo e oggi ha un patrimonio immenso nel settore immobiliare, nello sport e nell’intrattenimento, sua è anche la squadra inglese dell’Arsenal. E’ il 9° possidente terriero negli Stati Uniti e Forbes lo mette al 182° posto fra i più ricchi del mondo. Ma è anche una personalità molto chiusa, lo chiamano infatti “Silent Stan” e avere una sua intervista è pressoché impossibile.

Screaming-Eagle-cabernet-sauvignon

Screaming-Eagle-cabernet-sauvignon

Ma vediamo cosa vorrebbero saper tutti. Una lista di domande su cui speriamo arrivino delle risposte.
1) Nessuno sa quanto vino produce. All’inizio era un ettaro ma ora pare siano 53 e sembra strano che questa estensione continui a produrre le originarie 3.000 bottiglie.
2) Nessuno sa cosa avviene in cantina dove il direttore tecnico è Nick Gislason un talento allevato in azienda.
3) Piccola cattiveria: L’autore dell’articolo si chiede se Robert Parker, che con i suoi giudizi ha determinato il successo di Screaming Eagle, assaggiando i vini bendati confermerebbe i punteggi?
4) Parker ha creato una sorta di tipologia Screaming Eagle che ha resistito al cambio di proprietà definendolo <<Full-bodied, opulent and voluptuous, this profound wine is as prodigious>> pieno, opulento, voluttuoso, questo vino profondo è un prodigio.
5) Come mai il Sauvignon di Screaming Eagle cosa 3.900$ a bottiglia? Persino Robert Parker dice che ce se sono molti di migliori, allora perché i consumatori accettano di pagarlo così caro?
6) Kroenke aveva acquistato la cantina con Charles Banche nel 2006 ma nel 2009 ha preferito continuare da solo. Anche i motivi di questa separazione sono misteriosi.
7) Non è chiaro quanto Kroenke si appassioni alla sua attività di produttore di vino. Apparentemente il suo mondo è lo sport
8) Nessuno sa se il Cabernet di Screaming Eagle ha un lungo potenziale di invecchiamento
9) Finalmente una notizia!!!!! “Screaming Eagles” è il soprannome della 101° divisione aviotrasportata dell’esercito americano. Ha partecipato alla sbarco in Normandia durante l’ultimo conflitto mondiale e più recentemente è stata impiegata in Africa per creare un cordone sanitario contro la propagazione dell’ebola. Esiste un nesso?
10) Screaming Eagle vale il prezzo? Per berlo con una buona bistecca sicuramente no, ma come regalo fa un figurone
Ma alla fine quanto costa questo cabernet da mito? La prima annata i vendita è il 2014 ed è forse la sola facile a trovare sotto i 2.000 Euro. Da notare che il suo prezzo medio è oltre quattro volte quello di Chateau Lafite. E voi quale comprereste?

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi