Barbe-Nicole Ponsardin Tag

Il pettegolezzi fanno male o bene al vino?

Nel mondo del vino troppi parlano male degli altri mentre il racconto di se è afflitto da un perbenismo che rischia di annoiare e falsificare la realtà. I pettegolezzi …..

Vini-dei-famosi-Chateau-Miraval-Provence-Pitt-Jolie

Fleur-de-Miraval-Champagne-rosè-Brad-Pitt-Angelina-Jolie- il-mondo-del-cinema-usa-il-gossip-nella-comunicazione

di Donatella Cinelli Colombini

Ho sempre guardato male i troppi produttori che dicono male degli altri. La maggior parte di loro si scaglia contro i vicini accusandoli di coltivare male le vigne, fare pratiche improprie in cantina e così via. C’è sempre il figlio scapestrato o i debiti che stanno portando il collega alla bancarotta, l’importatore in Giappone che ha rimandato indietro un container del vicino perché il vino era difettoso …. Quante volte ho cercato di bloccare discorsi del genere! L’effetto è assolutamente controproducente sia sulla credibilità della denominazione che su quella del produttore che parla.

PARLARE MALE DEI VICINI E BENE DI SE’ STESSI E’ POCO CORRETTO E POCO CREDIBILE

E dire che molti credono di apparire più importanti proprio facendo questo tipo di commenti! Si tratta di un’abitudine così diffusa da farmi pensare che il primo argomento di conversazione dei produttori siano i problemi dei colleghi.
Per questo sono rimasta sbalordita leggendo l’articolo di James Lawrence su WineSearcher che si intitola <<Wine’s Aversion to Gossip Kills the Buzz>> letteralmente l’avversione del vino per i gossip uccide il chiacchericcio.
Forse che i diffamatori li sento solo io?
Lawrence continua il suo articolo <<All’inizio, ho pensato che l’avversione del vino per condividere pettegolezzi e allusioni fosse piuttosto affascinante>>e racconta come certe notizie vengano fuori solo a cena quando il tasso alcolico sale ma la mattina dopo vengono censurate <<la divulgazione della conversazione di ieri sera non può essere divulgata -verboten>>. Ed è a questo punto che capisco e mi ritrovo nella situazione descritta nell’articolo.