Elisa Bellavia Tag

Come diventare critico gastronomico e super sommelier

Da Identità Golose di Paolo Marchi due donne di successo indicano il percorso che trasforma un goloso in food writer e una mamma in maitre sommelier

Identità Golose premiati  Guida 2015

Identità Golose premiati Guida 2015

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Difficilmente capita di leggere qualcosa di altrettanto interessante e utile. Consigli e non polemiche, idee frutto di riflessione e non pensieri in libertà. Insomma un vero vademecum per diventare food writer. Viene da Laura Lazzaroni caporedattrice de “L’Uomo Vogue” e vincitrice del titolo “Giornalista dell’anno” dalla Guida dei ristoranti di Identità Golose 2015.

Laura nel suo articolo cita un’intervista del Wall Street Journal a Judith Jones, la novantenne considerata una leggenda dagli scrittori

Laura Lazzaroni, Caporedattrice de L'Uomo Vogue

Laura Lazzaroni, Caporedattrice de L'Uomo Vogue

di gastronomia in USA. E’ un articolo capolavoro, chi vuole fare il food blogger o ancora di più il food writer DEVE leggerlo. Vi anticipo qualche pillola. Prima di tutto bisogna chiedersi se c’è ancora bisogno di un critico e la risposta è si. I giudizi on line dei consumatori sono emozionali ma non tecnici mentre chi spende per gustare un cibo e soprattutto gli chef meritano un giudizio più attendibile e profondo. Ma come si diventa esperti gastronomi? L’aspirante critico deve studiare, studiare, studiare … leggere, ascoltare …. e assaggiare visitando osterie e stellati in tutto il mondo <<il palato, per tre parti innato e per due parti plasmabile con l’esercizio continuo>>. Insomma un investimento in tempo, denaro e applicazione mica da poco!