Come diventare critico gastronomico e super sommelier

Identità Golose premiati Guida 2015

Come diventare critico gastronomico e super sommelier

Da Identità Golose di Paolo Marchi due donne di successo indicano il percorso che trasforma un goloso in food writer e una mamma in maitre sommelier

Identità Golose premiati  Guida 2015

Identità Golose premiati Guida 2015

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Difficilmente capita di leggere qualcosa di altrettanto interessante e utile. Consigli e non polemiche, idee frutto di riflessione e non pensieri in libertà. Insomma un vero vademecum per diventare food writer. Viene da Laura Lazzaroni caporedattrice de “L’Uomo Vogue” e vincitrice del titolo “Giornalista dell’anno” dalla Guida dei ristoranti di Identità Golose 2015.

Laura nel suo articolo cita un’intervista del Wall Street Journal a Judith Jones, la novantenne considerata una leggenda dagli scrittori

Laura Lazzaroni, Caporedattrice de L'Uomo Vogue

Laura Lazzaroni, Caporedattrice de L'Uomo Vogue

di gastronomia in USA. E’ un articolo capolavoro, chi vuole fare il food blogger o ancora di più il food writer DEVE leggerlo. Vi anticipo qualche pillola. Prima di tutto bisogna chiedersi se c’è ancora bisogno di un critico e la risposta è si. I giudizi on line dei consumatori sono emozionali ma non tecnici mentre chi spende per gustare un cibo e soprattutto gli chef meritano un giudizio più attendibile e profondo. Ma come si diventa esperti gastronomi? L’aspirante critico deve studiare, studiare, studiare … leggere, ascoltare …. e assaggiare visitando osterie e stellati in tutto il mondo <<il palato, per tre parti innato e per due parti plasmabile con l’esercizio continuo>>. Insomma un investimento in tempo, denaro e applicazione mica da poco!

Elisa Bellavia

Elisa Bellavia

E qui arriva una riflessione magistrale, a cui pochi pensano ma che invece dovrebbe far riflettere. << Un aspirante critico cinematografico potrà sempre riguardare Kubrick, Cocteau, Kurosawa e Rossellini. Arthur Rubinstein e Arturo Benedetti Michelangeli sopravvivono nelle registrazioni di esecuzioni memorabili>>. Al contrario le espressioni di eccellenza gastronomica sono effimere e irriproducibili <<Una volta chiuso, un ristorante è – per chi non c’è stato – un’esperienza persa per sempre. Remise en scène come “Next vs. El Bulli”, “capsula” temporanea del ristorante di Adrià ideata da Grant Achatz nel 2012, sono geniali ma effimere e comunque slegate dal contesto originario (un piatto è cibo+ambiente+momento)>>.
E’ vero, per bacco è vero ogni volta che entriamo in un ristorante (non nel fast food), qualunque esso sia, bisognerebbe ricordarselo. Quell’esperienza è irripetibile!

Elisa Bellavia 1

Elisa Bellavia 1

Passiamo al secondo articolo dello strepitoso blog Identità Golose. La testimonianza di Elisa Bellavia, miglior sommelier della Guida 2015 di Identità Golose. Anche qui solo qualche pillola rimandandovi alla lettura del testo originale. Ma che bel personaggio questa giovane e bella maitre -sommelier di 27 anni che ogni sera mette in scena un “teatro” fatto di notizie, suggestioni e suggerimenti per trasformare in eventi memorabili i pasti del ristorante Christian & Manuel dell’Hote Cinzia a Vercelli. Nel racconto della sua vita mi piace citarvi un pezzo che rispecchia il paradosso italiano di un Paese turistico in cui le figure professionali legate al turismo sono viste negativamente. Quando Elisa comunica ai genitori che intende fare il maitre il padre le dice «Ma come, vorresti fare la serva?» e la madre «Allora sarà una vita sacrificata la tua: il Natale, la Pasqua, le feste… Ma se è questo quello che vuoi, fai pure». Quante volte ho sentito queste frasi e quanto mi hanno fatto arrabbiare! Solo per aver contraddetto questi luoghi comuni Elisa merita un premio. 

 

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi