food blogger Tag

Cenerentola e il piccione di Claudia Bonera

Il Contest del Movimento del Turismo del Vino Toscana e dell’Associazione Italiana Food Blogger vinto dalla ricetta di Claudia Bonera col vino Cenerentola

 

di Donatella Cinelli Colombini

Claudia Bonera, lacuninadistagione

Claudia Bonera, lacuninadistagione

Claudia Bonera la food blogger lombarda, mamma, agente di viaggio e “cuoca per passione” è meglio conosciuta sui social come lacucinadistagione, che su Instagram ha già 15mila follower e accresce velocemente i suoi fan.

 

MOVIMENTO DEL TURISMO DEL VINO CONTEST “BACCO NATALE”

A lei si deve il delizioso “Piccione, crema di topinambur e patate, cipolle arrosto, mostarda e salsa al Cenerentola” da gustare con il vino Cenerentola Orcia DOC 2017 della Fattoria del Colle di Donatella Cinelli Colombini.
Un’accoppiata che ha vinto il contest “Bacco Natale” organizzato dal Movimento Turismo del Vino Toscana, presieduto da Emanuela Tamburini e l’Associazione Italiana Food Blogger guidata da Anna Maria Pellegrino.
Le oltre 30 ricette che hanno partecipato al contest sono ora riunite in un e-book e ognuna di esse è abbinata a un vino dei soci toscani MTV.
Il vincitore è stato scelto da una giuria composta da Divina Vitale, giornalista di cronaca e enogastronomia che collabora, tra gli altri, col Corriere della Sera; Filippo Magnani, wine educator e wine writer; Massimo Rossi, delegato di Arezzo dell’Associazione Italiana Sommelier, già coordinatore del servizio di sommellerie delle Anteprime dei vini di Toscana, nonché oste rinomato.

 

Claudia Bonera, lacuninadistagione: ricetta piccione e vino Cenerentola DOC Orcia

Claudia Bonera, lacuninadistagione: ricetta piccione e vino Cenerentola DOC Orcia

CLAUDIA BONERA FOOD BLOGGER

Ed ecco la ricetta vincitrice Claudia Bonera tratta dal suo blog “La cucina di stagione”. Apritelo e scoprirete un ricettario rigorosamente costruito su materie prime fresche ed una chef di grande valore: Claudia Bonera, lavora come consulente di aziende di commercializzazione agroalimentare.
Insegna pasticceria per Paneangeli presso la sede Cameo di Desenzano (BS), collabora con La Scuola di Cucina Intelligente, organizza Cooking Class, Show Cooking, cene private e piccoli catering. E’ la rappresentante lombarda di AIFB (Associazione Italiana Foodblogger).
La sua descrizione del vino Cenerentola 2017 DOC Orcia è magistrale <<un vino rosso, secco, uvaggio Sangiovese e Foglia tonda, dal profumo fine, profondo e complesso, con richiami alla viola, sentori di mela, amarena, ciliegia, pepe, ginepro e agrumi>>.
Ma lecchiamoci i baffi e andiamo ai fornelli con Claudia, magari diventando assidui frequentatori dei suoi social.

 

Sicilianicreativiincucina alias siciliana creativa in cucina

Ada Parisi poetessa, giornalista, chef, blogger …. ci rivela le gioie e i sacrifici di chi trasforma la passione per la cucina in eccellenza da condividere

ada_parisi_siciliani_creativi_in_cucina

ada_parisi_siciliani_creativi_in_cucina

Le domande di Donatella Cinelli Colombini all’autrice di sicilianicreativiincucina uno dei blog più appassionati e divertenti sulla cucina tradizionale e creativa.

1. Ada Parisi si racconta. Sono prima di ogni cosa siciliana. Sono lontana ormai da anni dalla mia terra, ma tanto più mi sento profondamente orgogliosa di appartenere a un territorio con secoli di storia, ricco di contaminazioni culturali. Sono anche giornalista professionista, lavoro in una agenzia di stampa nazionale e guido il settore cronaca-interni. Amo leggere, scrivere poesie, viaggiare e soprattutto conoscere, perché in ogni cosa nuova o diversa ci sono infinite possibilità di apprendimento e di cambiamento. Ovviamente amo cucinare, passione che con il tempo è diventata sempre più forte. Nella cucina trovo la sintesi di ciò che mi piace: invenzione, creazione, fantasia, ma anche precisione e tecnica, sacrificio ed entusiasmo, obiettivo e risultato. Dopo 7 anni a Milano, ora vivo a Roma da 8 anni.

asparagifritti

asparagifritti

2. Perché non vuoi farti chiamare food blogger? Perché sono una giornalista e una cuoca: sostanzialmente ho già due lavori che mi definiscono ampiamente. Ho aperto un sito internet solo perché era l’unico modo per fare conoscere le mie ricette e, quindi, le mie idee in fatto di cucina, sostenibilità alimentare, valorizzazione dei prodotti made in Italy. Per questo, non mi sento una che ‘parla di cibo’, ma una che ‘fa cibo’ nel senso più artigianale del termine.

I wine e i food blogger sono donne

L’85% dei food blogger in Italia e il 62% dei wine blogger USA sono donne, ora è un hobby ma hanno altissime probabilità di trovare lavoro anche in Italia

le donne e il blog

le donne e il blog

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
La prevalenza femminile fra le food blogger italiane è meno sorprendente e appare come un’evoluzione moderna della tradizionale trasmissione delle ricette da madre a figlia e fra vicine di casa. E’ vero tuttavia che, nelle arti culinarie i grandi chef sono quasi tutti uomini e la prevalenza femminile è più quantitativa che qualitativa collegandosi al maggior impegno femminile ai fornelli domestici. Le signore italiane della gastronomia on line fanno generalmente un altro lavoro e si mettono sul web per << dare voce a una passione personale>> dice Alessandra Moneti nell’interessantissimo libro intitolato Ci salveranno gli chef. Tutt’altra cosa è il food porn che è quasi una <<bulimia mediatica>> dove la vetrina prevale sui contenuti.
Ma eccoci alle signore wine blogger. In questo caso una certa sorpresa è giustificata. L’ambito degli esperti di vino è infatti un feudo maschile da sempre e niente lasciava immaginare una rivincita dell’opinione femminile on line. E invece eccola qui: sposata, dai 35 ai 55 anni, fa un lavoro dipendente, ha esperienza nella scrittura e nel vino, usa il blog per dare voce alle proprie passioni il più delle volte senza cercare un immediato ritorno economico. Generalmente non si tratta di un’attività episodica ma di blog con almeno due anni di attività e una piccola community: 1550 follower su Facebook e 448 su Twitter per 1475 lettori unici al mese. I dati arrivano da Thea Dwelle di Luscious Lushes Wine Blog e Cindy Molchany di Zephyr Adventures.