Rocco Monaco Tag

Signor Monaco lei mi manca tantissimo

Poche parole per ricordare Rocco Monaco. E’ un momento triste, di dolore e distacco, in cui bisogna solo pregare,  ma sento il dovere di dirgli grazie  

Giotto Crucifisso Santa Maria Novella

Giotto Crucifisso Firenze Santa Maria Novella

Lo conoscevo da dieci anni e per me era un punto di riferimento indispensabile. Una delle persone a cui potevo dire tutto sicura di essere capita, sicura della sua riservatezza ma soprattutto sicura di ricevere consigli oculati. Per questo lo cercavo prima delle decisioni importanti.
<<Cosa vuole di più dalla vita, io e lei siamo fortunati. Chi è più fortunato di noi? Abbiamo tutto! Lei non può lamentarsi, è intelligente, le pare poco? >> queste erano le sue frasi più frequenti.
Quanto mi manca …il solo pensiero che lui non è più li, nel suo piccolo ufficio e che non posso più telefonargli per avere una scrollata, uno sprone … mi sconvolge. Il suo era un ufficio davvero piccolo per un uomo della sua importanza, una finestra con pochissimo panorama, una scrivania, due poltroncine gialle di fronte a un caminetto che forse era solo decorativo.
Mi ha sempre trattato con l’affetto e la saggezza di un padre. Mi telefonava più spesso di quanto io non telefonassi a lui e insisteva perché lo andassi a trovare. Mi sentivo una privilegiata visti la sua posizione e i suoi impegni. Non credo che lo facesse con molti.