Sant’Antimo Tag

PASQUA 2024 IN TOSCANA PER RIGENERARE CORPO E SPIRITO

Dal 29 Marzo al I° Aprile 2024 alla Fattoria del Colle di Trequanda per rigenerarsi nella natura, con piccoli piaceri e qualche arricchimento culturale divertente. per gli amanti della natura più avventurieri c’è la caccia al tartufo marzuolo.

 

Fattoria del Colle agriturismo Appartamento

Fattoria del Colle agriturismo Appartamento

Il “total welness” benessere totale, questo è il magico effetto di luoghi dove c’è armonia fra l’uomo, la natura e la storia. Luoghi come la Fattoria del Colle costruita nel 1592 e rimasta quasi intatta per secoli con intorno il panorama incredibilmente bello della Val d’Orcia e delle Crete Senesi. Questa è la campagna dei grandi vini rossi e della cucina toscana più antica che insieme a qualche peccato di gola propone luoghi di fede come le abbazie di Sant’Antimo e Monte Oliveto Maggiore dove ascoltare i Canti Gregoriani.
Ecco perché il lungo weekend di Pasqua nella “campagna più bella del mondo”, immersi nell’atmosfera raffinata ma informale di una fattoria storica, offre momenti unici e l’opportunità irripetibile di rigenerarsi e nel corpo e nello spirito.

Il 13 agosto 1462 Montalcino diventò una città

Il passato segreto di Montalcino: vendemmie, sodomiti arsi vivi, tasse sul vino, torture …. Mario Ascheri, Bruno Bonucci e Fabio Pellegrini raccontano

FabioPellegrini_BrunoBonucci_550°anniverasrio Diocesi di Montalcino

Pio II il Papa umanista della famiglia senese Piccolomini decise di trasformare il borgo natale di Corsignano nella città di Pienza e di dare la dignità di città a Montalcino. I lavori per la costruzione della cattedrale e i palazzi di Pienza – fatti in 3 anni a ritmi forsennati- misero in ginocchio tutto il territorio circostante, Montalcino compreso, per il gran numero di “bufali” cioè di animali da soma impiegati nel trasporto delle pietre e del legname che impoverì i boschi del Monte Amiata. Per non parlare della corte papale di 800 persone, che a ogni visita del pontefice occupava tutta la zona. A Montalcino soggiornava il cardinale Rodrigo Borgia che successivamente diventerà Papa Alessandro VI ma che era anche padre della dissoluta Lucrezia e del prepotentissimo Cesare.
Finalmente nel 1462 Pienza e Montalcino vennero innalzati alla dignità di città con la loro Cattedrale e la loro diocesi in un primo momento congiunte sotto il Vescovo Cinughi. Nel caso di Montalcino il capitolo della Cattedrale acquisì le cospicue rendite dell’Abbazia di Sant’Antimo a cui venne tolta la sede vescovile.