La Francigena in terra di Siena e forse al Casato Prime Donne

Casato Prime Donne

La Francigena in terra di Siena e forse al Casato Prime Donne

[gplusone]

Non sappiamo esattamente dove passava la storica via di collegamenti fra il Nord Europa, Roma e Gerusalemme, tuttavia è probabile che il Casato Prime Donne fosse proprio lungo il percorso

Casato Prime Donne

Casato Prime Donne

Via Francigena iniziò ad essere molto usata quando, dal VI secolo le guerre fra bizantini e longobardi resero molto problematico l’uso della Via Cassia e della Via Emilia cioè il percorso Siena, Firenze, Bologna, Piacenza. La Francigena traversa gli Appennini più a Nord tra Lucca e Parma. Non era proprio una strada, con lastricato e ponti come quelle dei consoli romani, quanto piuttosto un insieme di sentieri nella stessa direzione cioè una “strada a fascio”.

Il Casato Prime Donne è sulla direttrice fra due luoghi importanti nel Comune di Montalcino. A Nord Badia Ardenga, un convento di cui rimane la bellissima chiesa con cripta, dove, secondo la leggenda, fu ucciso l’Imperatore Arrigo VII con un’ostia avvelenata nel 1313. A Sud l’abbazia di Sant’Antimo, la splendida chiesa in onice incorniciata dai vigneti di Brunello.

Donatella e  l'Assessore Mugnaioli accolgono gli Scout

Donatella e l'Assessore Mugnaioli accolgono gli Scout

Nel medioevo un flusso crescente di pellegrini, mercanti, soldati percorreva la Via Francigena. Questi viandanti portavano con loro idee, culture, commerci e rapporti umani contribuendo a creare la civiltà comune dei popoli europei, per questo la Francigena è stata scelta come uno dei 22 Grandi itinerari europei dal Consiglio d’Europa.
Siena è una delle tappe fondamentali lungo la via Francigena, anzi proprio grazie a questa via, che tagliava fuori Firenze, Siena prosperò e creò infrastrutture enormi come lo Spedale del Santa Maria della scala, oggi trasformato in museo. Un cittadella per i pellegrini, talmente estesa da avere una strada coperta al suo interno e da diventare, nel futuro, un museo più grande del Louvre.

Scout pellegrini francigeni

Scout pellegrini francigeni

Nei giorni scorsi, davanti al Santa Maria della Scala, insieme all’Assessore Alessandro Mugnaioli, abbiamo ricevuto un gruppo di Scout adulti che compivano il loro pellegrinaggio lungo la Via Francigena toscana fino a Sant’Antimo.
Sono l’esempio di un nuovo pellegrinaggio. Persone che cercano un nuovo rapporto con sé stessi, con Dio e con gli altri uomini.

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi