Wine&Siena Tag

Donne Vino prime a superare il gender gap nel credito

Un’indagine dell’Università di Siena sulle Donne del Vino e presentata durante Wine&Siena dimostra che, in situazioni economiche favorevoli la differenza di genere scompare

Wine & Siena Donne del Vino

Wine & Siena Convegno Donne vino e credito con Università di Siena e Donne del Vino

Vedere la luce alla fine del tunnel non è una cosa da poco. Significa che è possibile uscire dal buio dei problemi e arrivare a una situazione più favorevole. La piccola luce individuata dal Professor Lorenzo Zanni e dal suo staff dell’Università di Siena sul problema “Donne e Credito” storico handicap delle imprese al femminile, recentemente ribadito da due studi sulla filiera agroalimentare e l’artigianato, mostra invece le prime avvisaglie di un cambiamento di rotta. L’indagine si è svolta nel 2019 ed ha riguardato 167 rispondenti fra le 890 Donne del Vino. L’associazione presieduta da Donatella Cinelli Colombini << comprende produttrici di vino e in misura minore di titolari di ristoranti, enoteche oppure professioniste attive come sommelier, giornaliste e esperte presenti in tutte le regioni italiane>>.  E’ stata presentata il 31 gennaio nel corso di Wine&Siena -kermesse di eccellenze enologiche organizzata da Hunter Helmuth Köcher “cacciatore di vini” del Merano WineFestival e da Confcommercio Siena, nella Rocca Salimbeni sede storica del Monte dei Paschi di Siena.

LE DONNE DEL VINO SOTTO LA LENTE DELL’UNIVERSITA’ DI SIENA

Wine&Siena

Wine&Siena-degustazione-in ambienti-storici-e-monumentali

Fra le Donne del Vino che hanno risposto <<l’esser donna NON sembra aver influenzato negativamente l’accesso al credito…. ma questa percezione può riflettere la composizione del campione delle intervistate (livello di istruzione elevato, donne mature e con un’esperienza decennale nell’azienda, spesso proprietarie della stessa, con una tradizione familiare alle spalle, coinvolte in un’associazione di donne imprenditrici)>> ha detto il Professor Lorenzo Zanni che insieme a Elena Casprini e Tommaso Pucci  ha effettuato lo studio.

IL MOMENTO FAVOREVOLE DELL’AGRICOLTURA E DEL VINO AIUTA LE MANAGER GREEN

Un risultato favorevole che scaturisce anche dall’andamento  anticiclico dell’agricoltura rispetto alle difficoltà dell’economia italiana, sottolinea la Presidente delle Donne del vino Donatella Cinelli Colombini mettendo in evidenza come <<le cantine italiane, negli ultimi 5 anni, abbiano accresciuto fatturati e margini (+3,9% e + 5,8%), hanno esportato di più e hanno visto salire il valore delle vigne dell’1,2% ogni anno, un dato quest’ultimo che nelle zone più vocate è schizzato alle stelle>>. Uno scenario che le banche leggono molto favorevolmente a cui si aggiungono le ottime performance delle manager femminili green <<le donne dirigono imprese che coprono il 21% della superficie agricola coltivabile SAU ma producono il 28% del Pil agricolo italiano>> ha ricordato la produttrice siciliana Lilly Fazio.

Wine&Siena primo evento nazionale 2016 del vino

Inaugurando Wine&Siena Helmuth Köcher presidente e fondatore del MeranoWine Festival ha detto <<faremo di Siena la Bordeaux italiana>>

Wine&Siena 2016 Siena Monte dei Paschi di Siena

Wine&Siena 2016 Siena Monte dei Paschi di Siena

Di Donatella Cinelli Colombini, Montalcino

<<Come a Bordeaux>> ha spiegato Köcher <<intorno a Siena c’è un territorio vitivinicolo fra i migliori del mondo e Wine&Siena sarà l’evento annuale che richiamerà qui operatori e collezionisti internazionali. Nel futuro diventerà più importante di quello di Merano>>. Un progetto ambizioso che ha trovato il sostegno entusiasta di Stefano Bernardini della Confcommercio e di tutte le autorità cittadine ma soprattutto del Banca Monte dei Paschi di Siena. Ed ecco che il vino

Wine& Siena Social team di #sienaMWF con Violante Cinellicolombini Jr e il Brunello Prime Donne

Wine& Siena Social team di #sienaMWF con Violante Cinellicolombini Jr e il Brunello Prime Donne

entra nella Rocca Salimbeni, la più antica banca del mondo, fondata nel 1472 e rimasta per oltre cinquecento anni nello stesso imponente edificio. Con Wine&Siena la direzione generale MPS si è riempita di vino: i tavoli da degustazione erano ovunque, nell’atrio a piano terra dove ci sono i documenti storici e la prima cambiale, nei corridoi, nella loggia e nella splendida scala elicoidale progettata da Spadolini. Il Brunello era al posto d’onore, nel salone all’ultimo piano dove usualmente i banchieri parlano di finanza. Fa un certo effetto essere in quello spazio pieno di opere d’arte con enormi trifore gotiche sui tetti della città.
<<Il vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva, si gusta, si sorseggia e… se ne parla>> disse EDOARDO VII. Una frase che ha legato, come un fil rouge, le 150 cantine selezionate dagli organizzatori di Merano e arrivate qui da tutta Italia.

Wine&Siena, ci saremo anche noi

Il 30 e 31 gennaio Wine&Siena sarà la passerella delle bottiglie italiane di qualità che attirerà tanti buyer e wine lovers ansiosi di assaggiarle in anteprima

Di Donatella Cinelli Colombini, Casato Prime Donne

150 cantine selezionate dal MeranoWineFestival all’intero panorama enologico italiano fra cui spicca uno squadrone di quasi cento produttori toscani che offriranno una sorta di “anteprima” delle anteprime.
Quasi una passerella di novità che batte sul tempo e di soli 10 giorni, le grandi kermesse “istituzionali” in programma a Firenze, Montalcino, Montepulciano e San Gimignano. Un’anteprima riservata a poche aziende selezionate dai degustatori del MeranoWineFestival e forse proprio per questo, più attraente agli occhi di professionisti e appassionati. Della serie <<l’ho assaggiato per primo>>.

Continental Siena Sede di Wine&Siena

Continental Siena Sede di Wine&Siena

Tante cantine famose e qualche azienda “da scoprire” provenienti da Toscana Alto Adige, Veneto, Piemonte, Lombardia, Abruzzo, Marche, Friuli e Slovenia. Ci saranno anche i vini di Donatella Cinelli Colombini presentati da Violante Gardini: Brunello e Brunello Prime Donne 2011, Brunello Riserva 2010, Cenerentola Doc Orcia.
Per Siena la degustazione che avrà luogo a Rocca Salimbeni sede storica del Monte del Paschi e al Grand Hotel Continental, è un’occasione importantissima per rilanciarsi come capitale del vino di qualità. Un’opportunità capace di dare ossigeno al turismo e presentare la città del Palio come vetrina del suo straordinario territorio viticolo forte di 5 DOCG.