Tagliolini toscani al tartufo bianco ecco la ricetta

Tartufo bianco tagliolini alla toscana Fattoria del Colle

Tagliolini toscani al tartufo bianco ecco la ricetta

 Tartufo bianco, tagliolini fatti a mano, brodo di gallina, burro, rosso d’uovo e un tocco magico per un piatto regale in abbinamento con il Brunello riserva 

Tartufo bianco tagliolini alla toscana Fattoria del Colle

Tartufo bianco tagliolini alla toscana Fattoria del Colle

Di Donatella Cinelli Colombini
La Fattoria del Colle ha 5 riserve tartufigene e quindi riesce a mettere in tavola dei tartufi bianchi freschissimi di qualità strepitosa. Grazie alla disponibilità dei tartufi ho potuto fare esperimenti su esperimenti fino ad ottenere la ricetta perfetta dei tagliolini al tartufo alla toscana.
Eccola a voi
Ingredienti per 4 persone
4L di brodo di gallina, 8 cucchiai da minestra di passato di ceci, 80g di burro , 400 g di tagliolini, 2 rossi d’uovo, 50 g di tartufo bianco, parmigiano grattato (?), sale
Ovviamente tutti gli ingredienti devo essere di grande livello: il brodo di gallina, ad esempio, non è neanche simile al brodo di dado. Quindi bisogna iniziare un giorno prima facendo un brodo di pollastra, lasciandolo raffreddare, poi sgrassatelo e filtratelo. Serve anche un passato di ceci; giusto qualche cucchiaio ma è l’occasione giusta per preparare una bella minestra con poco rosmarino.
Anche la pasta fatta in casa è tutt’altra cosa che quella industriale e, per il nostro piatto, ci vogliono dei tagliolini all’uovo appena fatti a mano. Vanno cotti nel brodo e scolati quando sono ancora molto al dente per poi metterli, insieme a un mestolo di brodo, in un tegame dove avrete appena sciolto una noce ci burro per ogni commensale.

Aggiungete metà del tartufo bianco tagliato fine e poi due cucchiai da minestra di passato di ceci, per ogni pozione di

tartufo bianco delle Crete Senesi

tartufo bianco delle Crete Senesi

tagliolini. A fuoco spento, dopo aver ben amalgamato la pasta al burro e ai ceci, aggiungere i rossi d’uovo, incorporate i condimenti aiutandosi con il brodo perché i tagliolini rimangano ben bagnati. Impiattate coprendo ogni porzione di tartufo tagliato fine. Mio marito Carlo aggiunge anche del parmigiano ma a me sembra da evitare.
E’ un piatto divino: toscanissimo, intenso, fragrante, raffinato e insieme tradizionale. Accompagnatelo con un Brunello riserva di grande annata come un 2004 oppure un 2001. So bene che il tartufo bianco vorrebbe accompagnarsi alle bollicine ma provate l’abbinamento che vi propongo e poi ditemi se vi piace.

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi