Wine Show Todi: festa di vino nel gioiello dell’Umbria

Todo-wine-show-sunset_wine

Wine Show Todi: festa di vino nel gioiello dell’Umbria

Apre oggi Wine Show Todi: cene stellate, 100 cantine in degustazione, masterclass, concerti e premi nella cornice della bellissima città umbra

Todo-wine-show-sunset_wine

Todo-wine-show-sunset_wine

Anche Donatella Cinelli Colombini fra le premiate della quarta edizione del Wine Show Todi (7-9 giugno) insignita del #BeWine insieme alla giornalista svedese Asa Johansson. Altri premi a Niccolò Mario Zanchi cofondatore di Gotto Wine Tour e alla direttrice della scuola di alta formazione di sala Intrecci, Marta Cotarella.

WINE SHOW TODI

Con la cerimonia nel Nido dell’Aquila di Todi inizia una kermesse di tre giorni dedicata al vino  con i premi  coordinati dalla wine critic e blogger Chiara Giorleo.
La prima serata ha per tema “Todi, una città, una donna e i suoi tanti volti. Colori, Gusti e Sorsi”, e vede impegnate 5 chef di altissimo profilo: Catia Ciofo coadiuvata dalle Lady Chef umbre Gianna Farfano e Anna Maria Lombardo e le

Chiara-Giorleo-organizzatrice-del-Todi-Wine-show

Chiara-Giorleo-coordinatrice-dei-premi-del-Todi-Wine-show

toscane Sara Barbara Guadagnoli e Sandra Paccetti. La brigata tutta al femminile proporrà quattro piatti abbinati a quattro dipinti del pittore umbro Alvaro Quagliarini e a quattro pezzi musicali. Il tutto ovviamente accompagnato dal vino prodotto delle 13 cantine aderenti all’associazione “Todi terra di vini” che dopo la recente costituzione si presenterà ufficialmente proprio in occasione di Wine Show.
Dal pomeriggio di sabato 8 giugno Wine Show entrerà poi nel vivo con il ricco cartellone di iniziative e degustazioni che ruoteranno intorno alla mostra mercato con circa 100 cantine provenienti da tutta Italia ospitate nei palazzi comunali di Todi. Da non perdere, a partire dalle 19 di sabato, il Sunset Wine al Nido dell’Aquila con una degustazione di vini pugliesi al tramonto, in virtù del gemellaggio con il DueMari Wine Fest di Taranto, unita ad una emozionante milonga di tangheri. In serata, in piazza del Popolo, il concerto degli Swingle Kings con una degustazione di birra artigianale. In programma nei due giorni anche il Wine Tour a cura della Fisar Orvieto e le masterclass “Doc Excellence”, dedicata al Grechetto di Todi e guidata dal referente per l’Umbria della guida Vitae dell’Ais Gianluca Grimani, e “Un4gettable”, i migliori vini del Mondo secondo la rivista Wine Spectator raccontati da Maurizio Dante Filippi, miglior sommelier d’Italia Ais 2016.

TODI

Wine-Show-2019

Wine-Show-2019

Il nome Todi deriva da Tutere, che significa città di confine e infatti fu costruita, fra il VIII e il VII secolo avanti Cristo, accanto al territorio degli Etruschi.
Secondo la leggenda gli Umbri, fondatori della città, volevano costruirla sulla riva sinistra del Tevere, ai piedi di un colle, ma la tovaglia, su cui stavano facendo colazione, fu presa da un’aquila e portata in volo in cima alla collina. Un avvenimento che fu giudicato di buon auspicio e spinse i fondatori a costruire l’insediamento proprio in quel punto.
Per questo l’aquila è il simbolo del comune, e locali come il Nido dell’Aquila non fanno riferimento al famoso Kehlsteinhaus -rifugio alpino di Hitler- bensì alla leggendaria fondazione della città.
Città etrusca, poi romana e quindi bizantina, Todi aveva le dimensioni attuali già nel Duecento quando aveva 30.000 abitanti ed era più popolosa di Roma. Per secoli nello Stato della Chiesa, durante il Risorgimento fu un centro di patrioti e di garibaldini.

Wine-Show-Todi

Wine-Show-Todi

E’ piena di opere d’arte e di edifici storici. La bellezza e l’integrità di Todi hanno attirato un gran numero di personalità della cultura, specialmente straniere, facendone un luogo di grande vivacità intellettuale.

LE SCHEDE

DONATELLA CINELLI COLOMBINI

Nata nel 1953 in una famiglia di produttori di Brunello di Montalcino, Donatella Cinelli Colombini si è laureata in Storia dell’arte medioevale. Nel 1993 ha fondato il “Movimento del turismo del vino” ed ha inventato “Cantine aperte”, la giornata che in pochi anni ha portato al successo l’enoturismo in Italia. Oggi insegna turismo del vino nei Master post laurea di tre università. Dopo 14 anni di esperienza professionale nelle imprese di famiglia, nel 1998 ha creato la sua azienda composta dalla Fattoria del Colle a Trequanda e dal Casato Prime Donne a Montalcino. Nel 2003 ha vinto l’Oscar di miglior produttore italiano assegnato dall’AIS Bibenda e ha pubblicato il Manuale del turismo del vino seguito, nel 2007, dal libro Marketing del turismo del vino. Dal 2001 al 2011 è stata assessore al Turismo del Comune di Siena. Fra le sue realizzazioni il “trekking urbano” una nuova tipologia di turismo sportivo che, da Siena, è stato esportato in tutta Italia. Nel 2012 ha ricevuto il Premio Internazionale Vinitaly e l’anno successivo è stata eletta Presidente del Consorzio del vino Orcia e riconfermata in questi giorni per il terzo mandato consecutivo. Nel 2014 è stata nominata Cavaliere della Repubblica Italiana. Nel 2016 è stata eletta Presidente nazionale delle Donne del Vino.

ASA JOHANSSON

Giornalista, 41 anni di Stoccolma, Åsa Johansson vive in Italia dal 2001 dopo aver studiato Scienze politiche con indirizzo media & giornalismo a Firenze. Subito dopo la laurea inizia a collaborare con diversi quotidiani e riviste di vino e viaggi in Svezia e Norvegia come Allt Om Vin, Apèritif, Svenska Dagbladet, Res, Dagens Nyheter, Scandinavian Traveler e BKWine Magazine. È stata giudice in diversi concorsi nazionali e internazionali e organizza viaggi enogastronomici in tutta Italia visitando centinaia di cantine ogni anno. Ha una passione per tutto ciò che è italiano e oltre al vino è una profonda conoscitrice anche di olio. Åsa torna regolarmente in Svezia per tenere corsi e master classes sui vini italiani ed è anche ideatrice della annuale Festa del Chianti Classico a Stoccolma, insieme alla produttrice svedese, Sofia Ruhne.

GOTTO WINE TOUR

Gotto Wine Tour è una piattaforma digitale dedicata all’enoturismo nata nel 2015 dall’intuizione di tre fratelli Niccolo Mario Zanchi, Vanni Zanchi e Cristiano Filippi per connettere produttori di vino e consumatori al fine di instaurare un rapporto che vada oltre il mero consumo. La piattaforma ha l’obiettivo di semplificare la ricerca di informazioni e la prenotazione delle visite in cantina. Su Gotto gli utenti hanno facile accesso a cantine selezionate, con tutte le informazioni necessarie e con la possibilità di prenotare in pochi click. Le cantine ricevono pagamenti sicuri e gestiscono le prenotazioni da un sito web dedicato, in cui raccolgono statistiche suoi propri clienti per migliorare la loro offerta.

INTRECCI

Intrecci nasce da un’idea di Dominga, Enrica e Marta Cotarella, forti del loro know how famigliare in ambito enologico e della loro esperienza presso l’azienda di famiglia. L’entusiasmo e la passione che caratterizza da generazioni la famiglia Cotarella, ora, hanno un nuovo obiettivo: portare nel mercato del lavoro e della ristorazione professionisti di altissimo livello formati presso la loro nuova scuola. Marta Cotarella nasce ad Orvieto nel 1980 da Renzo ed Angela Cotarella. Dopo il diploma al liceo scientifico, si laurea in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Firenze. Inizia il proprio percorso professionale nel mondo della revisione contabile in Ernst&Young Firenze e, dopo aver ottenuto l’iscrizione all’albo dei dottori commercialisti e dei revisori, entra in Falesco, oggi Famiglia Cotarella, dove oggi è responsabile dell’area amministrativa e di pianificazione e controllo nonchè, direttrice e co-founder di Intrecci.

CHIARA GIORLEO

Chiara Giorleo ha lavorato nell’ambito delle pubbliche relazioni, eventi, ospitalità e ufficio stampa per aziende vinicole come la storica Mastroberardino SpA, enti come la Camera di Commercio di Toronto ed è stata membro dello staff dei Decanter World Wine Awards a Londra. Oggi lavora da freelance come critica e blogger con collaborazioni e pubblicazioni in Italia, Usa e Russia. E’ giurata in concorsi nazionali ed internazionali come l’IWC (International Wine Challenge) di Londra, Radici del Sud e Napoli Wine Challenge in Italia, Wine Blog Awards negli USA. Dal 2019 è Chair dell’Academy Italia del concorso londinese sull’enoturismo World’s Best Vineyards to visit e come membro dell’Associazione Donne del Vino è stata giudice al concorso più importante del nord America: SMV – Selections mondiales des vins – Canada, 2019. Organizza tour, degustazioni guidate e corsi di approccio al vino in italiano e in inglese anche nell’ambito turistico. Si occupa di formazione e traduzioni (italiano-inglese, inglese-italiano) nel settore enoico.

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi