1.82 miliardi di $ boom della vendita diretta del vino USA

Napa Valley

1.82 miliardi di $ boom della vendita diretta del vino USA

Nel colosso americano, la vendita del vino ai privati segna un +15,5 % nel solo 2014 e cresce 4 volte più velocemente dei canali commerciali tradizionali

Napa Valley

Napa Valley

Visto per voi  da Donatella Cinelli Colombini

Il 61% delle spedizioni va in 5 stati dove vive il 37% di tutta la popolazione statunitense: California, Texas, New York, Florida e Illinois. Ma anche altri si danno da fare: grazie alla legge che ha facilitato l’invio di vino ai privati, i wine lovers del Montana hanno aumentato i loro acquisti del 245 % in un anno. La grossa novità è il Massachusetts, 7° mercato statunitense del vino, che da quest’anno ammette la spedizioni dalle aziende di produzione.
Le cantine dell’Oregon sono quelle che hanno fatto il pieno di vendite ai privati con uno spettacolare + 53% in un solo anno e il Pinot Noir a tirare la corsa. L’Oregon pare la nuova star del panorama enologico USA ma anche chi è sulla breccia da tempo, come Napa Valley, principale zona vinicola della nazione, ritiene determinante la vendita ai clienti privati, che rappresenta il 48,5 % del business. Fa venire l’acquolina in bocca a noi produttori italiani che difficilmente superiamo il 15%. La cosa più spettacolare sono i prezzi medi. Il più alto è quello del Cabernet: 66,3$ a bottiglia, seguito dal Pinot Noir 45,2 $ ma con un aumento del 33% in un anno. State sgranando gli occhi vero?
Sembra impossibile, soprattutto visto dall’Italia in crisi nera. Eppure la fonte è più che attendibile, si tratta di Wine Searcher la più grande piattaforma on line del mercato del vino. Le cantine italiane possono mandare il vino in 42 Stati USA su 50. L’unico grande mercato che rimane off limits è la Pennsylvania che tuttavia

Pinot Noir Winery tasting

Pinot Noir Winery tasting

sembra in procinto di liberalizzare le spedizioni dai luoghi di origine. Infine ecco dove è illegale mandare il vino: Alabama, Kentucky, Mississippi e Utah. Verso stati come Arkansas, Delaware, Oklahoma, Rhone Island e South Dakota la spedizione è permessa solo a fronte di un ordine fatto personalmente dal cliente in cantina.
Per quanto riguarda il Massachusetts la liberalizzazione c’è ma mediante il pagamento di una tassa di 300$ da rinnovare ogni anno con altri 150$ per ottenere un Direct wine shipper licence che obbliga alla presentazione di un rapporto annuale. Un meccanismo piuttosto farraginoso descritto nel dettaglio in Wine Meridian, che tuttavia sembra più adatto al settore trade che alla vendita ai wine lovers.

Napa tasting room

Napa tasting room

Mentre le cantine possono mandare il vino a casa dei consumatori questo è generalmente vietato ai commercianti. E’ proprio di questi giorni un braccio di ferro fra NYSLA autorità di New York per le bevande alcoliche e la Empire Wine & Spirit che è stata accusata di condotta impropria per aver spedito vino in Stati in cui questo non è permesso. Una vertenza legale che potrebbe portare alla revoca della licenza di vendita a Empire ma soprattutto a create un precedente davvero pesante. Perché di fatto consente a uno Stato americano di sanzionare reati avvenuti in altre parti della Nazione. Nell’epoca dell’e-commerce si tratta di qualcosa di enorme perché nell’ordinamento giuridico USA le sentenze fanno giurisprudenza cioè hanno valore di leggi e dunque una eventuale condanna porterebbe al blocco delle vendite on line per i commercianti lasciandolo aperto il principale canale di vendita del futuro solo per le cantine.

 

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi