A Napa Valley c’è stato un terremoto sopra e sotto terra

Napa Valley terremoto in cantina

A Napa Valley c’è stato un terremoto sopra e sotto terra

La scossa di terremoto più forte in 25 anni magnitudo 6.0 con epicentro a sei miglia da Napa e la serrata contro le nuove cantine che fa tremare gli investitori

Napa Valley terremoto in cantina

Napa Valley terremoto in cantina

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Il terremoto è avvenuto la notte del 24 agosto ed è durato 4 secondi. Napa Valley è a circa 50 km a Ovest della celebre faglia di Sant’Andrea quella in cui si aspetta il “big one” il terremoto più grande e definitivo che distruggerà tutto. Una faglia così enorme da avere una serie di ramificazioni, una delle quali si è parzialmente mossa spostando di 10 cm il suolo in direzione dell’epicentro. A Napa cercano di farsi coraggio << se fosse successo dopo la vendemmia sarebbe stato peggio>>. In effetti, dopo il primo momento di disperazione, i produttori della zona vinicola più importante degli Stati Uniti, si sono accorti che le barrique erano rotolate a terra senza rompersi … quasi tutte. Nate per viaggiare, su carri e velieri con il vino dentro, le barrique si sono rivelate anche antisismiche.
Ma non è l’unico terremoto a Napa Valley. La regione vinicola, leader mondiale dell’enoturismocon 5 milioni di

Opus-one-winery 3

Opus-one-winery 3castello di amorosa California Napa

visitatori e 1,4 miliardi di Dollari di business turistico si è accorta di essere arrivata al limite massimo di crescita. Wine Searcher ha pubblicato il resoconto del meeting del “Supervisor” cioè dei controllori della pianificazione di Napa dove sono emersi grossi dubbi. C’è chi dice basta alle nuove cantine perché le attuali 500 sarebbero più che sufficienti. Le 23 nuove cantine all’anno approvate attualmente sembrano troppe e le richieste sono in aumento. Napa è l’unica zona vinicola degli Stati Uniti dove c’è l’obbligo di utilizzare uva locale per il 75%. Questo vincolo ha mantenuto il carattere agricolo della valle ma c’è già chi non lo rispetta, cantine industriali con castelli, saloni enormi, infrastrutture turistiche che attraggono la maggior parte dei visitatori. Una crescita che preoccupa e mette a rischio il futuro delle imprese esistenti ma anche la qualità della vita dei residenti che si chiedono se l’acqua, succhiata dal sottosuolo della California, basterà per tutti.

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi