I segreti e le ghiottonerie di Praga

Fabio Leggeri Praga Enoteca VinoDiVino

I segreti e le ghiottonerie di Praga

700 ristoranti italiani, molti dei quali ottimi, in una meravigliosa città piena di giovani: la guida mascherata, i lampioni a gas e tanto altro

Fabio Leggeri Praga Enoteca VinoDiVino

Fabio Leggeri Praga Enoteca VinoDiVino

Di Donatella Cinelli Colombini
Una degustazione di Brunello ( 2008 e 1998 riserva 2008 e 1998 uauhhhh!!!!! È qualcosa di eccezionale persino per me) e Orcia Cenerentola 2001 perfettamente organizzata dal mio importatore Lesa mi da l’opportunità di tornare a Pragae di scoprire qualche segreto di questa città ricca di storia e di voglia di vivere.

Donatella Cinelli Colombini davanti al palazzo reale di Praga

Donatella Cinelli Colombini davanti al palazzo reale di Praga

Nel centro storico i lampioni dell’illuminazione pubblica sono ancora a gas. Al tramonto passano a accenderli come nell’Ottocento. La luce è ambrata e conferisce ai palazzi storici un particolare effetto magico. L’illuminazione è curata ovunque in modo molto scenografico: ogni chiesa, ogni castello ha guglie, finestre e merli illuminati in modo da apparire al massimo dello splendore. L’effetto è quello di una città che pullula di monumenti d’arte come nessun’altra al mondo.
Sul celebre ponte Carlo c’è un monumento con due formelle a bassorilievo, in quella a destra c’è una donna distesa che porta fortuna. Bisogna carezzarla ed esprime un desiderio.
Altro piccolo rito, questa volta riservato agli innamorati, riguarda i lucchetti dell’amore che vanno incatenati accanto al vecchio mulino ad acqua. Poco distante c’è il muro di John Lennon per farsi una foto davanti ai murales. Oltre ai monumenti antichi, da vedere la casa danzante di Frank Ghery, uno dei capolavori assoluti dell’architettura contemporanea.

Praga degustazione Brunello 2008 1998 riserva 2008 e 1998

Praga degustazione Brunello 2008 1998 riserva 2008 e 1998

Per chi vuole davvero scoprire la città più misteriosa c’è una guida mascherata che accompagna i turisti di notte con una lanterna e veste in frac. Questa la trovo meravigliosa, proprio da non perdere. Ci sono anche tour con guida in veicoli a due ruote, in carrozze per gruppi trainate da coppie di grossi cavalli e, per i più raffinati, in Mrcedes scoperte d’antiquariato.
La popolazione è bella, giovane e elegante. Tutto è molto pulito e curato dalle vetrine dei negozi ai numerosissimi caffè con tavoli anche all’aperto, sono talmente tanti da far supporre che a Praga servano per mangiare, bere, parlare, leggere, parlare e innamorasi, … C’è una gran voglia di vivere e di stare insieme fra i giovani. Alle sei del pomeriggio, quando siamo usciti dalla sala dove è avvenuta la degustazione dei miei vini, l’enoteca Vinograf, che ci ospitava, era piena di giovani e soprattutto di ragazze che assaggiavano vino in gruppo.
La nuova produzione di vino ceco è degna di nota: ottimi i Reisling ma

Praga Diriso risotteria Donatella Carlo e Tomas di Lesa

Praga Diriso risotteria Donatella Carlo e Tomas di Lesa

anche nel Pinot Noir fanno passi da gigante. Ma il vero vanto locale è la birra. Qui è nata la Pilsner e nelle birrerie offrono bionde appena fatte di eccellente qualità; durante l’estate si bevono in piedi appoggiandosi sul davanzale esterno delle finestre. La schiuma è burrosa e quando lascia un cerchio sul bicchiere è un chiaro indizio di bontà. I ristoranti italiani sono tanti e di ottimo livello. Ve ne segnalo tre: Aldente con cucina più tradizionale, la risotterra Alriso e Vino Di Vinodove i miei commensali hanno mangiato della pasta condita dentro una forma di parmigiano facendomi venire l’acquolina in bocca ( io devo scegliere alimenti gluten free senza formaggio). Ci sono andata insieme a Fabio Leggeri titolare di Lesa e altri due

Praga Carlo Gardini con Matous Ballik e Tomas

Praga Carlo Gardini con Matous Ballik e Tomas

suoi amici. Ho visto interamente la partita Roma Parma con loro. Fabio è un ex giocatore e allenatore di squadre semi-professionisti che collezionano successi qui nella Repubblica Ceca e vive la passione per la Roma come un legame profondo con l’Italia, ha per Francesco Totti un’ammirazione sconfinata. Durante i miei viaggi di lavoro all’estero mi sono accorta

Praga guida ai segreti della città con frac, bastone, lanterna e maschera

Praga guida ai segreti della città con frac, bastone, lanterna e maschera

che il calcio ha un ruolo determinante nel senso di appartenenza degli italiani all’estero. Per questo figuracce come quella dei mondiali in Brasile fanno così male all’immagine del nostro Paese nel mondo.
Per finire i piatti tipici di Praga: il gulas ceco stufato di manzo e verdure accompagnato da polpettine simili a canederli. La nostra mozzarella in carrozza che qui chiamano Smazeny syr . Salsicce di tutti i tipi e soprattutto quelle all’aceto Utopence con cipolle. Vepřoknedlozelo, quasi un vanto locale, carne di maiale arrosto con canederli e crauti.