Praga Tag

I segreti e le ghiottonerie di Praga

700 ristoranti italiani, molti dei quali ottimi, in una meravigliosa città piena di giovani: la guida mascherata, i lampioni a gas e tanto altro

Fabio Leggeri Praga Enoteca VinoDiVino

Fabio Leggeri Praga Enoteca VinoDiVino

Di Donatella Cinelli Colombini
Una degustazione di Brunello ( 2008 e 1998 riserva 2008 e 1998 uauhhhh!!!!! È qualcosa di eccezionale persino per me) e Orcia Cenerentola 2001 perfettamente organizzata dal mio importatore Lesa mi da l’opportunità di tornare a Pragae di scoprire qualche segreto di questa città ricca di storia e di voglia di vivere.

Donatella Cinelli Colombini davanti al palazzo reale di Praga

Donatella Cinelli Colombini davanti al palazzo reale di Praga

Nel centro storico i lampioni dell’illuminazione pubblica sono ancora a gas. Al tramonto passano a accenderli come nell’Ottocento. La luce è ambrata e conferisce ai palazzi storici un particolare effetto magico. L’illuminazione è curata ovunque in modo molto scenografico: ogni chiesa, ogni castello ha guglie, finestre e merli illuminati in modo da apparire al massimo dello splendore. L’effetto è quello di una città che pullula di monumenti d’arte come nessun’altra al mondo.
Sul celebre ponte Carlo c’è un monumento con due formelle a bassorilievo, in quella a destra c’è una donna distesa che porta fortuna. Bisogna carezzarla ed esprime un desiderio.
Altro piccolo rito, questa volta riservato agli innamorati, riguarda i lucchetti dell’amore che vanno incatenati accanto al vecchio mulino ad acqua. Poco distante c’è il muro di John Lennon per farsi una foto davanti ai murales. Oltre ai monumenti antichi, da vedere la casa danzante di Frank Ghery, uno dei capolavori assoluti dell’architettura contemporanea.

Le uova di Pasqua dipinte di Jana

Paese che vai usanze che trovi e per Pasqua la tradizione delle uova dipinte è particolarmente diffusa nell’Est Europa. Ecco come si fanno 

Uova di Pasqua decorazione

Uova di Pasqua dipinte

Di Donatella Cinelli Colombini

Alla Fattoria del Colle c’è una tirocinante proveniente da Chomutov una città industriale di 50.000 abitanti non

lontana da Praga. Si chiama Jana Kurucova ed è una bella ragazza poliglotta che sta imparando il lavoro di front office turistico.
Jana ha appreso dalla madre che a sua volta ha visto la nonna dipingere le uova di Pasqua. Si tratta di una tradizione antichissima e originaria della campagna che viene continuata anche oggi in tutte le case. Le uova dipinte vengono poi attaccate ai rami fioriti di laburno e costituiscono il simbolo festoso della Resurrezione e della rinascita della natura collegata con la primavera.

Nel programma del week end di Pasqua alla Fattoria del Colle è previsto un laboratorio sulle uova dipinte con Jana in veste di super docente. Tutti gli ospiti porteranno a casa un delizioso uovo colorato.