Abbona e Allegrini finalisti del WS Video Contest

Marilisa Allegrini presenta il suo Amarone ai Gourmet di Siena

Abbona e Allegrini finalisti del WS Video Contest

Due dei sei video finalisti al concorso del Wine Spectator sono italiani: Abbona – Marchesi di Barolo e Allegrini e sono decisamente i più belli

Marilisa Allegrini presenta il suo Amarone ai Gourmet di Siena

Marilisa Allegrini presenta il suo Amarone ai Gourmet di Siena

Di Donatella Cinelli Colombini, Brunello, Casato Prime Donne

Bisogna votarli entro domenica 16 settembre, mi raccomando non perdete tempo aprite il Wine Spectator Video Contest per vederli e votarli. Gli altri quattro video sono molto, ma molto più brutti, mentre quello delle mie amiche e Donne del Vino Marilisa Allegrini, Anna e Valentina Abbona –Marchesi di Barolo, sono avvincenti, trasmettono passione e bellezza.
Vincono a mani basse se li confrontate con l’enologo californiano che parla senza sorridere neanche una volta, oppure l’appassionato che sogna Bordeaux e finisce in un

Anna-Abbona-Marchesi di Barolo- Donatella-Cinelli-Colombini

Anna-Abbona-Marchesi di Barolo- Donatella-Cinelli-Colombini

costume a forma di grappolo d’uva, per non parlare del video che sembra uno spot pubblicitario basato sugli effetti sensoriali e infine quello troppo amatoriale di una coppia di wine lovers.
Invece i due video delle cantine italiane sono proprio belli. Gli Abbona ci portano a Barolo nel loro castello. La voce narrante è quella di Valentina che in un inglese perfetto ci presenta il padre Ernesto mentre apre una vecchia bottiglia del 1958. Il vino gli piace al punto da correre dalla moglie per farglielo assaggiare. Insieme decidono di chiamare i figli improvvisando una pranzetto nella terrazza affacciata sui paesi e i vigneti del Barolo. Il video “Amore Amarone” è invece il viaggio di una coppia che celebra il suo anniversario di nozze visitando le tenute Allegrini: Poggio al Tesoro, San Polo e Villa

Barolo

Barolo

della Torre a Verona. Un viaggio in mezzo ai vigneti, dove incontrano Marilisa, ma anche opere d’arte e ai centri storici mostrando il patrimonio di natura e cultura racchiuso in ogni bottiglia italiana.
Due tagli diversi, quelli dei video dei Marchesi di Barolo e degli Allegrini ma ugualmente capaci di trasmettere impegno, passione, entusiasmo e bellezza. Sono certa che uno dei due vincerà ma per essere assolutamente sicura voto. Fatelo anche voi.
Per la verità c’è un ostacolo alla vittoria italiana del Wine Spectator video Contest e sono i vincitori precedenti. Lo scorso anno è stato premiato “Vigneti e tacchi alti” dove Monica e Daniela della Cantina Tibaldi di Pocapaglia (Cuneo) raccontavano, in modo molto divertente, la loro esperienza giocando sulla gravidanza di una di loro e sul modo di alternare la guida del trattore con le minigonne, il trucco e i tacchi alti. Nel 2016 ha vinto “A Nebbiolo’s Story” dove Giuseppe Vajra parla della prima vigna che ha piantato a sedici anni, Rocco Bertone.
Alla fine i lettori del Wine Specator penseranno che questo concorso è un monopolio italiano! Ma noi invece pensiamo al proverbio <<non c’è due senza tre>> e puntiamo decisi alla terza vittoria consecutiva di un video italiano. Votate please!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi