Ci salveranno gli chef?

Chef a lavoro

Ci salveranno gli chef?

Fra i nuovi ristoranti del mondo, uno su tre è “italiano”, in tutto sono 60-80.000 e sono la locomotiva del nostro export di vino e cibo

Chef a lavoro

Chef a lavoro

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Servono 3 milioni di pasti al giorno e generano un fatturato annuo di 30 miliardi di Dollari. Ovviamente una parte di questi ristoranti è in Italia ma una bella fetta è all’estero dove risiedono anche 60 milioni di nostri connazionali o ex connazionali. Gli emigranti sono dunque più di noi e hanno propagato la ristorazione italiana che, con il passare degli anni, si è professionalizzata diventando sinonimo di

Alessandra Moneti Denis Pantini

Alessandra Moneti Denis Pantini

buon vivere. Traggo questi dati dal bellissimo libro Ci salveranno gli chef di Alessandra Moneti e Denis Pantini (Agra editrice pp 134 €15) che spiega come l’export di cibo e vino vada dietro alla ristorazione tricolore come un cane segugio. Scopriamo dunque che solo i ristoranti cinesi, nel mondo sono più numerosi dei nostri.
La cucina del terzo millennio è fetish, sexy e punk. Un mondo di bad boy come Gordon Ramsay, il più cattivo dei giudici televisivi, ha lanciato un reality in cui cucina in prigione con i carcerati. Ed è vero che guardare i programmi TV di cucina spinge a fare la spesa con logiche diverse dal risparmio: più qualità, più visite nei luoghi di produzione, più biologico.

Pasquale Forte convegno cibo biologico e alta ristorazione

Pasquale Forte convegno cibo biologico e alta ristorazione

Proprio al legame fra cibo biologico e alta ristorazione era dedicato il convegno organizzato da Podere Forte di Pasquale Forte e da cui arrivano altre curiosità: mentre, in Italia, i consumi alimentari calano quelli biologici segnano un +17% nei primi 4 mesi dell’anno. E’ li che ho incontrato Costantino Cipolla che ha fatto riflettere tutti i partecipanti al convegno, su un dubbio amletico <<Imperfetto ma tipico oppure perfetto ma standard?>> Il suo ultimo libro intitolato Il maestro del vino è pieno di riflessioni su consumi e percezioni in velocissima evoluzione.
Chiudo con un’altra curiosità sorprendente: sapete qual è la regione che fa il maggior business con i turisti che arrivano in Italia attratti dalle eccellenze enogastronomiche? Il Piemonte, seguito a ruota dalla Sicilia (rispettivamente 18,5 e 18%) staccando di cinque punti la Toscana. Non si tratta di pochi spiccioli ma di 730.000 viaggiatori che hanno speso 124 milioni di Euro in un anno. Noi toscani, che ci credevano, la meta prediletta dei turisti buongustai esteri dobbiamo cominciare a tremare!

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi