Gallo nero è solo Chianti Classico

chianti-classico-collection-Gallo-nero

Gallo nero è solo Chianti Classico

Almeno in Europa il gallo nero è solo Chianti Classico come ha riconosciuto il Tribunale UE mentre in Usa, purtroppo, gallo è la Gallo Winery

 

gallo-nero-simbolo del Chianti Classico

gallo-nero-simbolo-del -Chianti-Classico

di Donatella Cinelli Colombini

Una buona notizia per il Gallo Nero simbolo del Chianti Classico. Il Tribunale Ue ha confermato la bocciatura del marchio simile effettuata nel 2017 da una società di Roma nella classe 33 cioè in quella del vino. Un primo verdetto favorevole al Consorzio del Chianti Classico era arrivata lo scorso anno da parte della Commissione Ricorsi dell’Ufficio Marchi.

 

61 TENATIVI DI COPIARE IL GALLO NERO IN 15 ANNI

Non è la prima volta che i produttori della celebre zona vinicola toscana devono difendere il loro splendido galletto. Negli ultimi 15 anni è successo ben 61 volte e il Consorzio ha sempre avuto la meglio.

 

NEL 1991 QUANDO I FRATELLI GALLO PRESERO L’ESLUSIVA  DEL NOME GALLO IN USA

L’unica volta che è uscito soccombente è stato nel 1991 quando il tribunale di San Francisco dette ragione ai fratelli Ernest e Julio Gallo che divennero gli unici con il diritto di usare questo nome negli Stati Uniti. A quell’epoca, la sentenza venne giudicata scandalosa e di stampo protezionistico. Fu anche un grosso problema per i produttori toscani che dovettero reinventare il marchio Chianti Classico Gallo Nero, quello che veniva comunemente chiamato “Chianti gallato”. Trenta anni fa i fratelli Gallo progettarono di ottenere l’esclusiva del nome in tutto il mondo ma, per fortuna, non ci riuscirono. Nessun altro Paese ha accettato le loro richieste visto che sul fronte opposto c’era una storia centenaria.

 

LA STORIA DEL GALLO NERO INIZIA NEL 1208

L’immagine del gallo nero si riferisce al trattato di Fonterutoli del 1208 fra Siena e Firenze quando i confini della zona boscosa fra le due città furono stabiliti in base a una disfida: per cui due cavalieri sarebbero partiti dalle rispettive città al primo canto del gallo per fissare il confine nel punto di incontro. Secondo la leggenda i fiorentini presero uno splendido gallo nero e lo tennero senza mangiare per tre giorni in modo che cantasse prima del sorgere del sole. Il cavaliere fiorentino partì dunque con grande anticipo arrivando vicinissimo a Siena appunto a Fonterutoli dove adesso c’è il borgo medioevale e la splendida cantina dei Mazzei.
A quel momento il gallo nero è il simbolo del territorio chiantigiano e siamo davvero grati al Tribunale UE di averlo riconosciuto difendendo dalle imitazioni i produttori di quello storico territorio e il loro storico emblema.

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi