I cibi che mancano di più agli italiani all’estero

caffè

I cibi che mancano di più agli italiani all’estero

Se l’italiano, poco abituato ai viaggi all’estero, infila il salame e il formaggio in valigia, nel bagaglio di chi lavora fuori c’è l’extravergine e il caffè

caffè

caffè

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Parte da Dissapore e da Berlino cacio & pepe, la ricognizione semiseria sui cibi che gli italiani all’estero rimpiangono di più. E’ vero Eataly ha portato nel mondo l’eccellenza italiana “appena fatta”. E’ vero non è più come trent’anni fa quando, dovevi fare almeno mezz’ora di strada per gustare un espresso, ora ci sono Starbucks e Hard Rock caffe dovunque.
Ma c’è chi non si adatta a nessun cambiamento e agogna la moka di casa sua.
Classici i lamenti degli studenti in Inghilterra <<mamma è tutto immangiabile, qui mettono la marmellata sull’arrosto>>. Il guaio è che il lamento continua anche in viaggio di nozze <<la pasta è sempre scotta, non vedo l’ora di tornare a casa e farmi una bella spaghettata>>. A Malta, dove i supermercati e i menù dei ristoranti, sono anche troppo pieni di gastronomia italiana ho trovato chi ha mangiato pizza tutte le sere perché il resto <<non è come da noi>>. Insomma non tutti i lamenti sono giustificati soprattutto se il soggiorno all’estero è breve e l’assaggio della gastronomia

gelato artigianale

gelato artigianale

locale potrebbe impegnare tutti i pasti. Qualche lamento è invece giustificato ed ecco la lista dei sogni golosi degli italiani all’estero:
Pasta – spesso oltre confine è più cotta che in Italia e usata come contorno tipo spaghetti e meatball (avete presente Lilli e il vagabondo?). Anche il riso a volte non è quello da risotti, è troppo cotto e mischia ingredienti improbabili come pece e formaggio.
Caffè – anche l’espresso più buono è più lungo di quello che normalmente viene servito a Napoli. Per gli amanti del ristretto sarà difficile accontentarsi. Dopo

pizza napoletana

pizza napoletana

aver trascorso dieci mesi in Francia io e mio marito Carlo abbiamo preso l’abitudine, di bere caffè molto, molto lungo tipo <<quella orribile sciacquatura di piatti >> che fa inorridire tutti i foodies che vengono a trovarci.
Pane – è diverso anche nelle varie parti d’Italia per cui adattarsi è obbligatorio ma all’estero è quasi tutto prodotto industrialmente con uso di additivi chimici. Gli stranieri ne mangiano molto meno di noi ed è consigliabile imitarli.
Pizza – la tipologia più diffusa è nella catena Pizza Hut, che può essere sperimentata anche qui in Italia. C’è a chi piace! Non sorprende che la vera pizza italiana sia fra le cose che mancano di più agli italiani residenti fuori.
Gelato- quello artigianale di buon livello è davvero difficilissimo da trovare e, specialmente chi lavora in altri continenti ne ha tanta nostalgia.
La lista tratta da Dissapore continua con quella di Berlino Cacio & Pepe dove c’è “il libro dei desideri” degli italiani in Germania.

olio extravergine, pane e cavolo

olio extravergine, pane e cavolo

Mancano i cibi di strada o da rosticceria tipo olive ascolane, calzoni, arancini, supplì, filetti di baccalà… sono pressoché introvabili salsicce con finocchietto, carne italiana, carpaccio, l’nduja, i buoni salami … la lista dei sogni impossibili continua con bigné al cioccolato, crostatina alla ricotta, cannolo siciliano o cassata e cornetti appena sfornati di notte …. Mancano il pesce pescato e non di levamento … frutta e verdura davvero buona e fresca …. olio extravergine davvero buono …. mozzarella sana (bianca e non blu) e fresca …
Andrea D’Addio, autore dell’articolo, spiega che quando un italiano << invita amici a cena non manca mai di ricordare a tutti che quell’olio “viene direttamente dall’Italia” >>. E’ evidente che il problema maggiore è la qualità degli alimenti che – dal celebratissimo pane tedesco in poi – appaiono meno naturali e gradevoli di sapore rispetto a quelli nostrani. Un’altra curiosità riguarda il caffè. Benchè sia possibile bere un buon espresso (ma non un buon cappuccino) quasi ovunque, il tipico italiano residente in Germania << non solo se lo fa spedire, ma se lo porta anche lui in valigia ogni volta che è di ritorno da visite a parenti o amici>>.

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi