I turisti delle cantine italiane sono oltre 10 milioni

Castello della sala bottaia

I turisti delle cantine italiane sono oltre 10 milioni

Come tutti i dati sul turismo italiano sono incerti ma Wine Monitor di Nomisma ci fa supporre che i turisti del vino  siano il doppio di quelli stimati fin ora

Castello della sala bottaia

Castello della sala bottaia

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Si tratta di uno studio condotto da Denis Pantini di Nomisma e finanziato dal Consorzio vini del Trentino. Ecco i dati: il 9% degli stranieri e il 4,7% degli italiani sono mossi da un prevalente interesse enogastronomico. Per cautela, anche relativamente ai numeri proposti di seguito, va detto che Bankitalia indica invece in 730.000 (2012) cioè l’1,5% del totale, i visitatori esteri attratti da cibo e vino. Più vicine alle percentuali di Nomisma sono invece quelle provenienti dall’Osservatorio Nazionale del Turismo che,

Valpolicella enoteca e ristorante

Valpolicella enoteca e ristorante

tuttavia riguardano il 2010. Tornando alle percentuali indicate dal centro studi bolognese arriviamo a questi numeri: 16 milioni di stranieri e 7,8 milioni di italiani considerando tutti i nostri connazionali, bambini compresi, visto che il turismo enogastronomico si configura prevalentemente come gita “fuori porta” (86% del totale secondo WineNews) cioè come escursione giornaliera in un raggio di meno di 100 km dal luogo di residenza. 

Questi dati portano a innalzare di molto il numero dei visitatori delle cantine italiane . Infatti se è vero che non tutti i turisti del gusto entrano nei “misteriosi sotterranei di Bacco” c’è tuttavia una quota di loro che visita più di una cantina nel corso di uno stesso anno.

Antonelli  Agivi fa turismo del vino in Umbria

Antonelli Agivi fa turismo del vino in Umbria

Concludendo, anche con la massima cautela, possiamo ipotizzare che il numero dei visitatori, delle 21.000 cantine aperte con punto vendita, supera i 10 milioni di unità e raddoppia le stime usate fin ora. Ovviamente siamo nell’ambito delle ipotesi. Nessuna cantina ha una bigliettazione simile ai musei e non esistono studi capaci di dirci quante cantine italiane visita di media un wine lover nello stesso anno. Tuttavia sappiamo che Florio a Marsala, e Brolio nel Chianti Classico superano da sole le 100.000 accessi annui e non sono le sole a ricevere un flusso massiccio e crescente di appassionati.

Agivi degustazione da San Michele

Agivi degustazione da San Michele

Tornando al recente studio WineMonitor –Nomisma troviamo la classifica delle destination più amate dai turisti del vino, nell’ordine Toscana seguita da Sicilia, Puglia, Sardegna, poi Trentino e Veneto a pari merito. Nella scelta del luogo da visitare ha un’importanza fondamentale la bellezza del paesaggio e anche in questo caso è una zona della Toscana a battere tutte le altre: le Colline Senesi (29%), seguite da Franciacorta (13%), terrazzamenti in Liguria (12%), Trentino e Langhe entrambe con l’11%. 

La presenza di wine lover porta benefici economici alle cantine ma non solo: il 24%
acquista vino del territorio in negozi ed enoteche mentre solo l’11% lo compra direttamente nel luogo di produzione.
Tutte queste analisi hanno portato Denis Pantini di Nomisma a suggerire un maggiore impegno sull’enoturismo come possibile ancora di salvezza per le piccole cantine che sono il 70% del totale, e in questo momento, sono in grave difficoltà commerciali perché non hanno la dimensione per proporsi nei supermercati (65% delle vendite totali di vino) e neppure per esportare. Per loro, dice Pantini, uno sbocco

Pantini presenta Wine monitor

Pantini presenta Wine monitor

davvero importante potrebbe essere l’enoturismo <<In Italia non ci mancano certo i vini di qualità e le zone di pregio dal punto di vista ambientale e paesaggistico, ma siamo indubbiamente più carenti nel “fare sistema”. Si tratta di capire, per cogliere le opportunità dell’enoturismo, se saremo in grado di superare questi nostri limiti per garantire una sostenibilità di lungo periodo alle imprese del settore>>.

 

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi