Il lockdown ha cambiato per sempre il mercato del vino?

vino-e-commerce-cresciuto-durante-la-quarantena-covid

Il lockdown ha cambiato per sempre il mercato del vino?

Il boom dell’e-commerce del vino durante la quarantena covid è destinato a durare o no? Tutto fa credere che il cambiamento sia permanente

 

e-commerce-del-vino-Winelivery

e-commerce-del-vino-Winelivery

di Donatella Cinelli Colombini

Durante il lockdown, le vendite di vino on line sono cresciute di cinque volte negli Stati Uniti. E’ probabile che la necessità di trovare un canale di approvvigionamento alternativo abbia rotto il ghiaccio e molti si siano familiarizzati con l’e-commerce e dopo aver rotto il ghiaccio continueranno a comprare via web anche in futuro.

 

DELIVERY ED E-COMMERCE, IL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI CAMBIA PER SEMPRE

Il dubbio è che anche altre abitudini dei consumatori stiano cambiando.
Infatti la paura dei contagi e l’effetto dissuasivo che questo ingenera sulla frequentazione dei ristoranti, anche a causa dei distanziamenti, delle mascherine e delle barriere in plexiglass, porterà come conseguenza un maggior consumo di pasti a casa con servizi delivery che riguarderanno sia vini che cibi.

 

SUCCESSO DEL VINO QUOTIDIANO E DEL ROSATO NELL’ E-COMMERCE DURANTE LA QUARANTENA

vino e e-commerce-durerà-il-boom-del-lockdow

vino ed e-commerce-durerà-il-boom-del-lockdown

Bob Orlandi di Aabalat ha detto a Wine Searcher che la sua agenzia di vendita on line ha visto crescere gli acquisti di vini quotidiani anche in cartoni misti come se i clienti comprassero ciò che serve per pranzi a casa. Al contrario i collezionisti, che sono lo zoccolo duro della clientela, durante l’epidemia hanno saccheggiato le proprie cantine domestiche. Ecco che le bottiglie da 6 a 30€ sono state molto richieste e il flusso dell’e-commerce è cresciuto, durante la quarantena, con il passare dei giorni.

 

CON IL LOCKDOWN  SONO AUMENTATE ANCHE LE RICERCHE DEL VINO ON LINE

Anche Wine Searcher ha registrato lo stesso fenomeno <<abbiamo tra i 4 e i 9 milioni di utenti unici al mese, ovvero fino a circa 25 milioni di pagine pubblicate al mese>> ha detto il CEO Julian Perry commentando gli effetti della prigionia Covid che hanno fatto segnare una crescita del 33% nell’utilizzo del portale <<ad aprile c’è stato un grande cambiamento con gran parte del mondo bloccato in casa – in effetti, l’inversione è iniziata il 25 marzo>>.
E’ curioso osservare dove è aumentata la frequenza: 138% in India, 42% Stati Uniti, 40% Italia, 38% Regno Unito, 36% Germania. Intanto le ricerche su Wine Searcher calavano in Cina dove la popolazione ricominciava a uscire di casa.

 

IN ITALIA +40% DI RICERCHE SUL VINO DURANTE LA QUARANTENA

Le tipologie di vino che ottenevano il maggior incremento di interesse erano i rosati (47%) mentre quelle che crescevano di meno sono stati gli Champagne (33%) e i vini dolci (22%). I rosati risultano primi anche nei clic che indicavano il passaggio dall’interesse generico all’acquisto.
Ovunque, le ricerche on line sui superalcolici erano altissime e anche la birra ha visto aumentare il numero delle persone interessate, ma fra tutti i Paesi è stato il Regno Unito ad avere un comportamento anomalo registrando una maggior attenzione per il vino (+49%) che per gli spiriti (+24%).
Resta l’incognita se la familiarità acquisita con lo shopping on line durante la quarantena produca effetti permanenti e la scelta dei vini con il mezzo elettronico entri nelle abitudini di un maggior numero di consumatori. Non ci sono certezze ma tutto lo lascia pensare: le abitudini dei consumatori sono cambiate velocemente e per sempre.

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi