MASTER SOMMELIER USA A LUCI ROSSE

Court of Master Sommelier e scandali sessuali

MASTER SOMMELIER USA A LUCI ROSSE

Scandalo alla Court dei Master Sommelier USA. Ventuno donne accusano i membri anziani dell’associazione di chiedere sesso in cambio del superamento degli esami

 

Master Sommelier e scandali sessuali

Master Sommelier e scandali sessuali

di Donatella Cinelli Colombini

L’articolo è nel New York Times che non è certo un giornaletto scandalistico, anzi gode fama di essere molto attento nel vagliare le sue fonti. Il pezzo scritto da Julia Moskin si intitola << The Wine World’s Most Elite Circle Has a Sexual Harassment Problem>>, l’associazione più esclusiva del vino del mondo accusata di abusi sessuali. In effetti i Master Sommelier sono l’elite dei sommelier del Nord America. L’associazione è stata fondata nel 1977 e riunisce 155 professionisti degustatori, di cui 131 uomini. Intorno a loro c’è una community di 12.000 studenti che seguono corsi sotto il tutoraggio di chi ha già ottenuto il titolo.

 

COURT OF MASTER SOMMELIER E ABUSI SESSUALI SULLE DONNE CANDIDATE AGLI ESAMI

Purtroppo, negli ultimi anni, la sezione statunitense della Court, è stata scossa da più di uno scandalo.
L’articolo contiene i racconti di 21 donne (citate con nomi e cognomi) che stavano affrontando i corsi e gli esami dei tre livelli che conducono nell’olimpo dei Sommelier. Alcuni degli esaminatori, membri anziani della Court USA, avrebbero fatto avance molto esplicite, detto frasi offensive, fino a un caso di stupro. E’ da presumere che le testimonianze riguardino solo chi si è ribellato alla violenza, mentre le consenzienti tengano stretti i diplomi ottenuti a ben caro prezzo. Quindi gli abusi sono presumibilmente più numerosi.

 

TROPPI SCANDALI PER I MASTER SOMMELIER

L’associazione non è nuova ad episodi del genere, alcuni dei suoi decani, come Geoff Kruth, Fred Dame Matthew Ciriglia, Drew Hendricks e Robert Bath, erano stati sospesi dal 2007 al 2009 a causa di “molteplici accuse di cattiva condotta sessuale”. Inoltre Kruth aveva ricevuto una lettera di avvertimento sulla sua condotta nel 2017.
A seguito dell’articolo del New York Times, i Master Sommelier hanno chiesto formalmente scusa alle 21 donne, poi hanno sospeso le persone accusate di molestie sessuali affidando a una società esterna le indagini. Infine hanno promesso la rigida applicazione di un codice etico e che lavoreranno << per riconquistare la fiducia della comunità dei sommelier e la fiducia nelle nostre certificazioni attraverso le nostre azioni>>. Nel nuovo consiglio di amministrazione, eletto i primi di dicembre, ci sono 3 donne.

 

LA SOSPENSIONE DEI MASTER SOMMELIER ACCUSATI DI MOLESTIE E LA VOLONTA’ DI RISANARE L’ASSOCIAZIONE

Apparentemente, questa volta, l’intenzione di risanare l’associazione è forte e vera, per cui è possibile sperare nella fine degli scandali che, negli ultimi anni, sono stati davvero frequenti. Nel 2018, i Master Sommelier USA avevano dovuto annullare i risultati dell’esame di 20 candidati quando si era scoperto che un membro del consiglio aveva fornito informazioni dettagliate ad alcuni candidati prima del test. Nell’indagine successiva era emerso che il vicepresidente del consiglio Matt Stamp aveva avuto rapporti sessuali con due donne prima del loro esame. Ovviamente Stamp si era poi dimesso dal consiglio, ma ormai la frittata era fatta.

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi