Siena vuol davvero perdere anche l’Enoteca Italiana?

Enoteca Italiana

Siena vuol davvero perdere anche l’Enoteca Italiana?

Dopo aver perso la Mostra mercato che è diventata Vinitaly e l’Accademia della vite e del vino, farà la stessa fine anche l’Enoteca Italiana?

Enoteca  Italiana

Enoteca Italiana Siena riprese TV

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini
La Siena del vino perde uno dopo l’altro i suoi gioielli: nel 1933 aveva creato una Mostra Mercato Nazionale dei Vini Tipici che richiamava oltre 100.000 persone all’anno e l’ha vista emigrare a Verona e trasformarsi nell’attuale Vinitaly. Una quindicina d’anni fa anche l’Accademia della Vite e del Vino, i più prestigioso sodalizio di accademici e professionisti del mondo del vino, è emigrato a Verona nell’indifferenza delle istituzioni locali. Ricordo che il mio ufficio, al Comune di Siena, era arredato con il tavolo e le sedie dell’Accademia che erano troppo grandi per la nuova sede.
Ora la stessa indifferenza colpisce l’Enoteca Italiana. Eppure fuori di Siena l’atteggiamento è tutt’altro: Domenico Zonin, nelle sue prime dichiarazioni dopo la rielezione a Presidente dell’ UIV– Unione Italiana Vini- ha ribadito il ruolo dell’Enoteca nella promozione del vino italiano nel mondo. Piero Antinori (Istituto Grandi Marchi) e l’altro grande aggregato di brand enologici – l’Italia del Vino – presieduto da Ettore Nicoletto, hanno stretto un accordo per realizzare un progetto da 4,5 milioni di Euro in Cina di cui Enoteca sarà fra gli attuatori.

Ma non basta, entro pochi giorni il Ministro Nunzia De Girolamo presenterà a Roma l’Atlante del vino italiano, un’opera

Degustazione guidata Enoteca Italiana

Degustazione guidata Trentodoc Enoteca Italiana

monumentale realizzata dall’Enoteca Italiana. Insomma l’Ente senese, da molti anni, opera con successo in tutto il mondo ed è addirittura coccolato. Ovunque ma non a Siena dove la sua presenza sembra venir data per scontata. Una Regione indifferente, una Provincia con una breve prospettiva di durata, le speranze risiedono soprattutto nel nuovo Sindaco Bruno Valentini e nel Presidente della Camera di Commercio Massimo Guasconi che ha sempre dimostrato una grande attenzione per l’Enoteca.
Ma intanto, nella splendida Fortezza Medicea, dove sono esposti i 1.500 vini delle 600 aziende associate all’Enoteca e dove arrivano delegazioni e giornalisti esteri quasi ogni settimana …. ci sono secchi ovunque per raccogliere l’acqua che scende dalle volte in mattoni.

Enoteca Italiana e super wine lovers

Enoteca Italiana e super wine lovers

Una situazione stile baracca insomma che nel cuore dell’area di produzione del Chianti, del Chianti Classico, del Brunello, della Vernaccia e del Vino Nobile non è proprio accettabile. Invito dunque i Consorzi, il Movimento del Turismo del vino, le Città del vino e le Città dell’Olio che sono nati Nella Fortezza Medicea e tutti coloro che vedono nel senese una culla di grandi vini, a far sentire la loro voce affinché l’Enoteca abbia a Siena una casa ospitale e possibilmente asciutta.

 

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi