Stelle, amore e fantasia Al Fornello da Ricci in Puglia

Antonella-Ricci-e-Vinod-Sookar_2

Stelle, amore e fantasia Al Fornello da Ricci in Puglia

Sembra una fiaba ma è una storia d’amore vera di due giovani chef, lui delle Mauritius e lei pugliese, da cui nasce una nuova cucina stellata 

Antonella-Ricci-e-Vinod-Sookar_2

Antonella-Ricci-e-Vinod-Sookar_2

Visto per voi dalla nostra inviata Violante Gardini Cinellicolombini Jr

C’era una volta una coppia di genitori, Dora e Angelo Ricci, con un ristorante ben avviato a Ceglie Messapica in provincia di Brindisi. Hanno due figlie brave e belle: Antonella e Rossella. La prima ha un talento straordinario per la cucina, il padre la incoraggia e lei studia viaggia finchè arriva nell’Oceano Indiano per tenere un seminario sulla cucina pugliese. E’ qui che incontra lo chef Vinod Sookar ed è l’amore della sua vita. Per un certo periodo i due tengono i contatti via fax e internet, poi finalmente si sposano e l’amore si diffonde ovunque, anche nei fornelli, facendo nascere ricette multiculturali.
E così, dal loro amore in cucina, dalla bellezza del posto e dall’accoglienza gentile e professionale di Rossella è arrivata la stella Michelin.
Sono andata Al fornello da Ricci (Contrada Montevicoli sn Ceglie Messapica Tel. 0831 377104
ricciristor@libero.it) i primi giorni del 2013 con il mio ragazzo Ignazio Anglani. E’ un posto meraviglioso!
L’interno del ristorante è come una grande casa, dove ogni minimo particolare rispecchia la tradizione. Le luci sono

gnocchi di ricotta

gnocchi di ricotta

dentro grandi pentole di rame, le pareti sono bianche … sedie e mobili sono antichi di legno scuro. Ci sono due caminetti, il primo all’ingresso ed il secondo, enorme, occupa un intero angolo della sala.
Antonella Ricci e Vinod Sookar, fanno capolino dalla cucina . Rossella, con modi dolcissimi, ci fa accomodare al tavolo. La gentilezza, il calore del posto e gli odori che arrivano dalla cucina danno una “ sensazione di casa”.… insomma io non vedevo l’ora di mangiare!
Ed ecco la descrizione del pranzo.
Per ingannare l’attesa arrivano delle piccole polpettine di carne, poi ecco un plateau di salumi di produzione propria: pancetta, salame e capocollo ed un piatto con tante piccole leccornie tra le quali ricordo delle crocchette di baccalà deliziose ed un memorabile soufflé di finocchi, grano e cavoli, inoltre il grano pestato al profumo dell’orto.

AgnellofornelloRicci2012

AgnellofornelloRicci2012

Seguono gli gnocchi di ricotta con pesto di zucchine verdi e tartufo nero, favolosi.
Poi, un delicatissimo vitello con una crema a base di verdure e vino ristretto accompagnato da un’insalata di verdura e frutta è insuperabile!!
Ed infine la loro mini pasticceria casalinga. Io ho girato molto per il mondo ed ho potuto assaggiare cibi buonissimi ma… qui l’atmosfera e tutto il resto mi hanno fatto vivere una favola! E’ la favola di un amore che diventa cibo stellato.
Tornerò, perché l’ho promesso alla splendida Rossella ma soprattutto per assaggiare la lasagna di grano arso con burrata e l’agnello… il piatto che è la gloria di papà Angelo.

 

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi