Wine Searcher: l’interesse per i vino italiano cresce

wine searcher

Wine Searcher: l’interesse per i vino italiano cresce

Nel 2018 gli utenti di Wine Searcher il portale con i prezzi di tutti i vini del mondo hanno fanno 151 milioni di ricerche: 47% sui francesi e 16% sui nostri

WineSearcher-App-2016

WineSearcher-l’interesse-sul-vino-italiano-cresce

Di Donatella Cinelli Colombini

Wine searcher è un enorme portale, con base in Nuova Zelanda, in cui confluiscono le proposte commerciali delle migliori rivendite di tutto il mondo. Chi vuole sapere il prezzo di un determinato vino può cercarlo con il nome oppure fotografare la sua etichetta. Riceverà la lista dei prezzi e dei negozi in cui comprarlo compreso l’e-commerce. Poi potrà dare il suo giudizio.

WINE SEARCHER IL PORTALE CON I PREZZI DI TUTTI I VINI DEL MONDO

I Paesi dove Wine Searcher viene maggiormente usato sono Stati Uniti, dal quale provengono un terzo di tutte le ricerche dei vini, seguito da Regno Unito, Cina, Hong Kong e Francia. Da notare che il 30% della popolazione statunitense non beve vino mentre l’utilizzo di Wine Searcher corrisponde al 10% degli abitanti evidenziando una fortissima abitudine a verificare on line le proprie scelte oppure, come ipotizza Don Kavanagh, un rapporto quasi ossessivo con il vino. Un atteggiamento che riguarda soprattutto la Gran Bretagna dove gli utenti sono il 12% della popolazione totale. Tuttavia i più entusiasti di Wine-Searcher sono

WINE SEARCHER

WINE SEARCHER-il-super-portale-con-i-prezzi-di-tutti-i-vino

gli abitanti di Hong Kong. Infatti gli abitanti dell’ex colonia britannica sono solo 7,5 milioni di persone e le ricerche sul portale enoico neozelandese equivalgono all’80% di essi.

L’INTERESSE PER I VINI ITALIANI DA PARTE DEGLI UTENTI WINE SEARCHER

Nel 2019 le ricerche dei vini italiani, nell’immenso data base di Wine Searcher, sono cresciute toccando il 16,4% mentre, purtroppo, l’offerta dei rivenditori non ha preso la scia ed è ancora il 16,9% del totale dei vini listati. Situazione opposta per le bottiglie a stelle e strisce la cui proposta è aumentata al 22,4% pur riscuotendo meno interesse che in passato (14,9%) da parte degli utenti.
Il vino italiano che ha incrementato maggiormente l’interesse degli utenti Wine Searcher è stato il Brunello delle tenute Silvio Nardi.
Una buona notizia riguarda i prezzi, da sempre tallone d’Achille del vino tricolore, a luglio la crescita dei prezzi delle nostre bottiglie ha superato quella di Bordeaux.

IL VINO FRANCESE SEMPRE AL CENTRO DELL’INTERESSE MA L’ITALIA E’ SECONDA

Tuttavia il vino francese ha sempre dominato la scena, dalla creazione del portale Wine Searcher, vent’anni fa, a oggi: 72 milioni di ricerche all’anno pari al 47,9% del totale. Stranamente la presenza dei vini francesi nei listini dei rivenditori che presentano il loro portafoglio sul maxi portale del vino, è calato dal 33 al 30%.
Nella classifica delle nazionalità delle bottiglie più ricercate, vince dunque la Francia seguita dall’Italia e poi da Stati Uniti, Spagna, Australia, Portogallo, Cile, Argentina, Germania e Nuova Zelanda.

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi