camera del Granduca Tag

Turismo da innamorati in Toscana

Via del bacio, albero dell’amore, tartufo, panforte, camera del Granduca tanti piccoli ingredienti del turismo da innamorati nella più bella campagna toscana

 

Turismo-da-innamorati-Via-del-Bacio

Turismo-da-innamorati-Via-del-Bacio-Pienza

La Toscana del Sud è il luogo ideale per un viaggio in coppia. Ci sono luoghi dove farsi i selfie più romantici, cibi afrodisiaci che da tempo immemorabile sono usati per riaccendere la passione e riti di antichissima tradizione per giurarsi amore eterno.
Di seguito la mappa dei posti e delle date per il turismo da innamorati in Toscana.

 

TURISMO DA INNAMORATI: I LUOGHI DA SELFIE

I luoghi TOP per i selfie romantici sono a Pienza (30 km dalla Fattoria del Colle) in Via del Bacio e in Via dell’amore. Fra muri in pietra della cittadina creata per il Papa Pio II alla metà del Quattrocento, sembra di essere nel set di una serie TV come “I Medici”. Le stradine costeggiano le mura e permettono di godere un panorama mozzafiato sulla Valdorcia territorio iscritto nel patrimonio dell’Umanità Unesco per l’armonia del paesaggio rurale.

 

TURISMO DA INNAMORATI: DOVE DORMIRE

Altro luogo romantico è la camera del Granduca della Fattoria del Colle, costruita alla fine del Settecento come un rifugio romantico e segreto per Pietro Leopoldo d’Asburgo Granduca di Toscana e la sua amante Isabella. Nel soffitto con dipinti tutti gli uccelli presenti in Toscana e l’arredamento è tutto di mobili d’antiquariato. Dormire in questa camera significa entrare in una storia d’amore che dura da oltre duecento anni.

 

TURISMO DA INNAMORATI:  GLI APPUNTAMENTI ROMANTICI

Gli appuntamenti per il turismo da innamorati in Toscana sono tre. La domenica in Albis cioè quella dopo Pasqua, alla Pieve della Madonna ad Lamulas (65 km dalla Fattoria del Colle) fondato nell’853 d.C. tra Arcidosso e Montelaterone avviene la “Festa della pina” che è un antico rito di fidanzamento. Potrebbe discendere dall’epoca romana e dal tirso simbolo del Dio Dioniso la divinità classica dell’ebrezza e della liberazione dei sensi. Gli aspiranti fidanzati porgono alla ragazza una pigna dipinta d’oro e fissata su un bastoncino oppure un rametto verde, se la donna ricambia regalando un corollo o zuccherino, cioè un biscotto a forma di cerchio, vuol dire che accetta la proposta di nozze. Le cose vanno male se invece il tirso oppure il ramoscello vengono restituiti. Sono certa che i nostri turisti innamorati non corrono questo rischio. 

Wine wedding – il matrimonio in cantina più bello

Città d’arte e terre dei grandi vini ecco i luoghi perfetti per i matrimoni romantici. Alla Fattoria del Colle il matrimonio in cantina è una festa da fiaba

matrimonio in cantina Fattoria del Colle

matrimoni in cantina Fattoria del Colle

Matrimoni in cantina alla Fattoria del Colle, la sposa esce dal portone principale della villa cinquecentesca preceduta dalle damigelle. Pochi passi e entra nel parco dove un vialetto di fiori e tulle la conduce nell’anfiteatro dove sono già seduti gli invitati. L’arpa e i violini suonano la marcia nunziale e lei arriva dal promesso sposo. L’altare e le sedie degli sposi sono di fronte al tabernacolo di San Clemente e tutto è molto romantico. Dopo la cerimonia e il lancio del riso, inizia la festa con l’aperitivo a bordo piscina dove il

matrimonio in cantina Fattoria del Colle

matrimonio in cantina Fattoria del Colle

tramonto colora il panorama di straordinaria bellezza. Inizia la cena: il tableau dei posti a tavola, i fiori, i menù stampati, le candele, i grandi vini con il Brunello, i piatti tradizionali presentati con cura raffinata …. Tutto concorre a creare un momento unico e memorabile. Poi il taglio della torta i brindisi, i confetti e infine il party con DJ e open bar per scatenarsi nelle danze. La notte tiepida dell’estate trasforma la festa il un momento magico di allegria e gioia di vivere.
Ma c’è ancora di più. Per gli sposi è riservata la camera del Granduca con il soffitto dipinto. Fu costruita alla fine del Settecento per Pietro Leopoldo d’Asburgo, sovrano della Toscana e la sua amante Isabella.

Dietro le quinte di un matrimonio alla Fattoria del Colle

Verde e bianco per un matrimonio quasi perfetto, romantico, raffinato, unico e curato nei minimi particolari di una giovane coppia belga alla Fattoria del Colle

Wedding backstage- fattoria del Colle- lavagnette segnatavolo portatovaglioli verdi

Wedding backstage- fattoria del Colle- lavagnette segnatavolo portatovaglioli verdi

Quanto contano i particolari nella trasformazione di un matrimonio in un evento che nessuno dei partecipanti dimenticherà mai?

Tantissimo.

Più che tanti soldi ci vogliono fantasia e buon gusto. Tutti sanno quanto siano importanti vestito da sposa, inviti, menù, scelta del celebrante, dei fiori e della musica per la cerimonia nunziale. Dando questo per scontato,  guardiamo come curare tutti gli altri dettagli  fino a organizzare un matrimonio da favola.

Prima di tutto la scelta dei colori: nel nostro caso bianco e verde chiaro. Poi l’utilizzo di oggetti antichi , ispirati alla tradizione locale e alla natura per dare un tocco diverso. Ecco il fioraio che prepara il cuscino per le fedi nunziali usando un nido e il muschio.

Andiamo nell’area della cerimonia. La guida su cui passerà la sposa  sembra un’antica tela di sacco color terra, è coperti di petali di rose bianche e fiancheggiata da lanternine bianche. Sulle poltrone dove siederanno gli invitati vengono disposte coperte verde chiaro con bordi smerlati.  L’effetto è curato ma anche allegro e nuovo.

Tutto pronto anche in caso di pioggia con ombrelli dello stesso colore e il nome degli sposi.