clarettablu Tag

VINI DEL CUORE

LA PREFAZIONE DI DONATELLA CINELLI COLOMBINI AI VINI DEL CUORE, RASSEGNA DELLE BOTTIGLIE PREFERITE DAI WINE BLOGGER ITALIANI CON LE STORIE DI QUESTI LEGAMI

I vini del cuore Olga Schiaffino

I vini del cuore Olga Schiaffino

 

 

di Donatella Cinelli Colombini

In Italia ci cono molte guide dei vini che assegnano soli, bicchieri, tralci, foglie ….. In questo panorama complicato e, a volte, contraddittorio, “I vini del cuore la prima guida social”, si distingue perché non da punteggi e neanche cerca i vini più buoni. Si tratta di un repertorio delle bottiglie che hanno emozionato i maggiori wine blogger italiani. Vini normalmente sul mercato che i lettori possono assaggiare per rivivere esperienze simili. Il 7-8 maggio 2023 sono stati protagonisti di un evento a Genova con 25 espositori, 3 masterclass  e una cena di gala.

 

PERCHE’ L’ASSAGGIO DEL VINO NON RIGUARDA SOLO I SENSI MA ANCHE LE EMOZIONI E I RICORDI

Come ci insegna il neuromarketing, l’apprezzamento del vino così come quello di un cibo, dipende solo in parte da elementi oggettivi. In altre parole quello che l’assaggiatore sa di un vino, le sue precedenti esperienze e la situazione in cui si trova, sono in grado di agire sul Sistema Limbico (emozioni) e sulla Corteccia Prefrontale (piacere) del suo cervello condizionando il gusto. Alla fine sentirà nel bicchiere anche quello che si aspetta di trovarci oppure il riflesso del bel panorama che ha intorno.
Questo spiega perché la degustazione bendata arriva spesso a risultati sorprendenti.
Quindi nell’assaggio di un vino ci sono sensazioni che vanno oltre la degustazione organolettica, ad esempio la memoria degli odori e la produzione di ossitocina, il così detto “ormone del piacere” in base alle aspettative oppure al piacere di una certa situazione.

I VINI DEL CUORE

LA GUIDA SOCIAL DEL VINO DI OLGA MARIA SCHIAFFINO E ANNAMARIA CORRU’ IN CUI I WINE BLOGGER DI TUTTA ITALIA DESCRIVONO I LORO 3 VINI DEL CUORE

 

I vini del cuore la prima guida del vino social

I vini del cuore la prima guida del vino social

Di Donatella Cinelli Colombini

Si tratta di un progetto nato nel 2021 e finanziato da un crowdfunding. E’ una guida del vino diversa da tutte le altre perché non da punteggi e neanche cerca i vini più buoni. Qui ci sono le bottiglie che emozionano, scelte da 35 wine blogger fra i vini normalmente nel mercato.
L’ideatrice di questa inconsueta e stimolante rassegna è Olga Sofia Schiaffino psichiatra e esperta di vino e blogger (wineloversitaly), che nel 2021 ha vinto il sondaggio di The Fork nella categoria Wine influencer. <<La guida social è essenzialmente una guida che promuove i rapporti umani>> in cui è possibile leggere <<sia di cantine famose che di quelle a conduzione familiare>> spiega Olga con giusto orgoglio. Al suo fianco ci sono Annamaria Corrù (tannina.it), come co-redattrice, e Clara Maria Iachini (clarettablu), che unisce l’amore per il vino e quello per la storia dell’arte….Come me.
La prefazione è di Simone Roveda (simoneroveda), uno dei maggiori wine blogger italiani che si schiera con forza verso <<quei fini ricchi di significati per chi li ha stappati, decidendo quindi di condividerli con altri>>.