Enolions Tag

Enolions al via la seconda edizione del concorso

L’unico concorso italiano che premia i vini preferiti dai giovani: enologi, giornalisti e sommelier sotto i 40 sceglieranno anche il produttore dell’anno

Enolions 2014 la giuria a lavoro

Enolions 2014 la giuria a lavoro

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

I vini concorrenti (c’è tempo fino al 25 febbraio per scaricare i moduli dal sito www.enolions.it e per mandare i vini a Villa medicea di Artimino a Prato) saranno divisi in 16 categorie – dai grandi rossi maturati in botte ai passiti – e verranno valutati in base ai gusti dei nuovi consumatori esperti, quelli che presumibilmente fanno da driver al mercato. Premi speciali anche alle migliori espressioni delle denominazioni di cui ci saranno almeno 10 concorrenti e soprattutto l’elezione del vino e del produttore dell’anno. Quest’ultima è la vera novità della seconda edizione 2015 di Enolions e

Enolions

Enolions

valorizzerà la cantina che meglio orienta la sua produzione enologica a “misura di giovane wine lover”. Vincerà il titolo chi avrà un punteggio più alto sommando tutte le valutazioni dei suoi vini con oltre 88/100.
Nato in Toscana lo scorso anno in seno ai Lions Clubs International – più grande organizzazione mondiale di service attivo in 210 Paesi con azioni locali e sovranazionali in favore di chi soffre- Enolions ha anche un fine benefico con la raccolta fondi per il teleconsulto delle malattie cardiache congenite, cioè consentirà la diagnosi a distanza ai malati di cuore.
Enolions ha inoltre il fine di educare i giovani al bere responsabile e, anche per questo, è ufficialmente autorizzato del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Si tratta dunque di un concorso nazionale con tutti i crismi di legalità e autorevolezza: i vini, resi anonimi dal notaio, verranno assaggiati da commissioni di 7 membri – 4 enologi, 2 sommelier e 1 giornalista- con il metodo di analisi sensoriale dell’ ”Union International des Oenologues”.

EnoLions incorona Nambrot il vino italiano amato dai giovani

Il primo concorso enologico con valutatori di età inferiore a 40 anni ha assegnatola Gran medaglia d’Oro all’IGP Toscana Rosso “Nambrot” 2007 Tenuta di Ghizzano

Nambrot-2007-Tenuta di Ghizzano

Nambrot-2007-Tenuta di Ghizzano

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

La scelta dei vincitori delle 12 categorie del 1° Concorso Enologico Nazionale EnoLions si è svolta nella Villa Medicea “La Ferdinanda” di Artimino ed ha coinvolto 28 giovani enologi, sommelier e giornalisti. Per la prima volta, infatti, i vini si sono confrontati con il gusto degli “under 40”. Qualcosa di nuovo e di originale che ha permesso di individuare le future tendenze del mercato puntando i riflettori sui Millenial, i giovani consumatori, proponendo loro un modello di consumo moderato e la cultura del vino di qualità in opposizione agli abusi. Questa era la finalità di EnoLions, promosso dal Lions Club International, “la più grande organizzazione di servizio del mondo con 1,35 milioni di soci in 208 Paesi” ha detto con orgoglio il Fiorenzo Smalzi, Governatore del Distretto 108 La Toscana. L’elenco dei vincitori e dei segnalati è all’indirizzo http://lions108la.it/attivita/delegati-del-governatore/concorso-enolions/vini-selezionati/

EnoLions,una gara di vino e di solidarietà

Il primo concorso enologico al mondo con giurati sotto i 40 anni raccoglierà fondi per il “Campo Toscana Disabili” del Lions

 

Campo Toscana Disabili Lions

Campo Toscana Disabili Lions

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Non solo vino, nel concorso enologico che, per primo, designerà le bottiglie più vicine al gusto dei giovani, ma anche un progetto sul bere consapevole e soprattutto una raccolta di fondi in favore di chi è meno fortunato.

EnoLions è il concorso enologico che il Governatore del Distretto Lions 108 La Toscana, Fiorenzo Smalzi, ha ideato ed affidato ad un Comitato Organizzatore coordinato da Piero Fontana e l’enologo  Luciano Bandini. Un’iniziativa di alto profilo tecnico ma interamente organizzata da volontari, che offrirà le somme raccolte al Campo Toscana Disabili, organizzato dai Lions Club toscani, dove 12 giovani disabili trascorreranno dieci giorni di vacanza il prossimo luglio. Si tratta soprattutto di giovani con gravi problemi motori che soggiorneranno a Lucignano (AR) con i loro accompagnatori e faranno attività riabilitative, di svago e gite a Pisa, Firenze, San Gimignano e in Val d’Orcia.

EnoLions il primo concorso di vino con una giuria di giovani

Una rivoluzione, nel mondo del vino! EnoLions designerà il vino italiano più vicino al gusto dei giovani a fianco di un progetto sul bere consapevole

Enolions

Enolions 2014

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Una giuria di enologi, giornalisti e sommelier con meno di 40 anni per il primo concorso di vino orientato sui giovani. E’ organizzato dal Lions Club International, l’associazione di service più grande del mondo, che, nel distretto 108 LA Toscana, terra di grandi vini, intende sostenere il bere responsabile e contrastare l’abuso d’alcool fra i giovani. Ecco che il Governatore Fiorenzo Smalzi ha affidato a Piero Fontana e a Luciano Bandini la creazione di un progetto che guarda ai giovani per spingerli a bere poco e bene. Collaborano a EnoLions Assoenologi e Associazione Italiana Sommelier.
Il 2 marzo 2014, nella splendida cornice della villa medicea “La Ferdinanda” di  Artimino (Prato), EnoLions riunirà i giovani esperti chiedendo loro di scegliere il vino più buono. Le commissioni, ciascuna di 7 membri – 4 enologi, 2 sommelier ed 1 giornalista – assaggeranno bottiglie rese anonime da un notaio, sulla base del rigido protocollo dell’ ”Union International des Oenologues”. Le cantine interessate a concorrere dovranno spedire adesione e bottiglie entro il 15 febbraio come indicato dal Regolamento pubblicato all’indirizzo Enolions:  www.enolions.it

Fiorenzo Smalzi un leone che ruggisce con allegria

La parola magica è together quella che scalda il cuore del Governatore Lions Fiorenzo Smalzi in una freddissima giornata sull’Appennino innevato

Enolions presnetato da Fiorenzo Smalzi e Luciano Banini

Enolions presnetato da Fiorenzo Smalzi e Luciano Banini

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini

In uno scenario da pieno inverno, io e mio marito – Presidente del Lions Club Firenze Brunelleschi risaliamo la valle del Serchio fino a Castelvecchio Pascoli dove c’è Il Ciocco, lo splendido resort della mia amica Marialina Marcucci.
Siamo li per ascoltare il Governatore del Distretto Lions 108 La Fiorenzo Smalzi e i suoi officers. Il mio favorito è ovviamente il concorso Enolions che è quasi al nastro di partenza. Resto affascinata dai Poster della pace dipinti dai bambini, mi commuove l’impegno nel campo disabili, la raccolta dei libri per i bambini immigrati di Pantelleria…. Ma chi ci entusiasma è un signore dall’aria tranquilla che parla con parole semplici e con l’accento ligure. E’ il Direttore Internazionale Lions Roberto Fresia che ci racconta del suo viaggio in Africa: l’aereo che atterra su una strada con il vigile interrompe il traffico, il sentiero sterrato fino al villaggio e la scuola finanziata dai Lions in questo angolo di mondo dove c’è solo miseria.