UNWTO Tag

TURISMO GASTRONOMICO 2023 NOTIZIE DAL MONDO

OGNI TURISTA E’ RESPONSABILE DI 32kg DI SPRECHI ALIMENTARI MA PUO’ DIVENTARE ILDIFENSORE DELLE TIPICITA’ LOCALI E DELLA BIODIVERSITA’ SE QUALCUNO LO INFORMA

turismo enogastronomico rapporto 2023 Roberta-Garibaldi

turismo enogastronomico nel mondo 2023 Roberta-Garibaldi

di Donatella Cinelli Colombini #winedestination 

Roberta Garibaldi come sempre, ci aiuta a vedere più lontano e più ad ampio raggio. E’ lei a diffondere in Italia gli esiti dell’ottavo Forum Mondiale sul Turismo Gastronomico dell’Organizzazione Mondiale del Turismo-UNWTO.

Le nuove frontiere del turismo sono la tutela dei piccoli produttori e del patrimonio di saperi e sapori che custodiscono, il contrasto all’omogeneizzazione dei consumi e il sostegno alla sostenibilità e alla biodiversità agricola, infine le nuove tecnologie.

 

BAROLO BATTE BRUNELLO FRA LE WINE DESTINATION ONLINE

UN TERZO DELLA SPESA TURISTICA RIGUARDA FOOD&WINE. NEI CATALOGHI DEI TOUR OPERATOR LE PROPOSTE ENOGASTRONOMICHE SONO SOPRATTUTTO PIEMONTE, CAMPANIA E TOSCANA

Un terzo della spesa turistica in Italia, di 89 miliardi, riguarda il cibo

Un terzo della spesa turistica in Italia, di 89 miliardi, riguarda il cibo

 

Di Donatella Cinelli Colombini #winedestination 

VI edizione del Food&Wine Tourism Forum al Castello Grinzane Cavour con 300 esperti, operatori e giornalisti per parlare di turismo enogastronomico. L’obiettivo era quello di fotografare la realtà e le prospettive del settore su 4 pilastri: sostenibilità, digitale, clima e strutturazione di un’offerta.

LE PREVISIONI DI CRESCITA DEL TURISMO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO NEL 2023

Alessandra Priante, direttore Europa di UNWTO, ha portato i dati sui flussi mondiali con l’Europa quasi al livello del 2019 (-10% nel primo trimestre 2023) e il mercato asiatico è ancora in ritardo (-46%). Fabio Galetto, Travel Director Google Italia, ha dato un quadro prospettico con le ricerche online di viaggi. In Europa, nei primi cinque mesi del 2023, quelle dei voli sono cresciute del +30%, le ricerche di pernottamenti del +28% e di crociere del +63%.

Roberta Garibaldi e il suo terzo rapporto

Tutti i turisti vogliono fare esperienze enogastronomiche ma soprattutto i giovani e cercano qualcosa di nuovo, unico e sorprendente

 

Roberta Garibaldi-I°-Rapporto-turismo-enogastronomico

Roberta Garibaldi terzo Rapporto sul turismo enogastronomico

di Donatella Cinelli Colombini

Nel 2007 solo il 17% dei viaggiatori mondiali aveva partecipato a un’esperienza di tema enogastronomico (TIA & Edge 2007) ma già nel 2013 questa percentuale era salita al 77% (Mandala Research 2013) oggi secondo il Rapporto sul turismo enogastronomico di Roberta Garibaldi, la quasi totalità (94%) dei visitatori vuole arricchirsi partecipando a un appuntamento sul vino o sul cibo.
Il 71% dei turisti francesi, del Regno Unito, canadesi, statunitensi, messicani e cinesi parte proprio per vivere momenti unici legati all’enogastronomia, mentre il 59% sceglie la destinazione di viaggio in base a questo tipo di offerte.

 

TREND DI TRIPADVISOR SUL TURISMO ENOGASTRONOMICO

 

Sfoglia ripiena di mele con cioccolato al rosmarino

Sfoglia ripiena di mele con cioccolato al rosmarino

Per quanto riguarda i trend, TripAdvisor ha dichiarato che, nel 2018, in Italia, la categoria “Cibo, vino e vita notturna” ha avuto una crescita di prenotazioni del 141% risultando il segmento più attrattivo. Il picco dell’incremento riguarda le fabbriche di cioccolato (+195%) e le distillerie (+779%) .
Il 69% dei turisti cerca dove mangiare prima di partire, ma il 68% fa la stessa ricerca on line mentre è arrivato nella destinazione del viaggio.

 

I MILLENNIALS E LA GENERAZIONE Z SONO FOODIES

Le nuove generazioni di turisti – i Millennials e la Generazione Z – sono dei super foodie con crescente attenzione al cibo come chiave per capire i territori visitati e come salute del corpo. Le esperienze, specialmente se uniche e memorabili, attraggono il 79% di chi è nato intorno al 1997.