Verticale di Brunello Riserva e i suoi bicchieri

Offerta-Brunello-Riserva-2004-2007-2012-e-6-bicchieri

Verticale di Brunello Riserva e i suoi bicchieri

3 annate storiche di Brunello Riserva 5 stelle 2004, 2007, 2012 due bottiglie ciascuna in cassa di legno e 6 calici di cristallo Riedel progettati per esaltarli a casa tua

 


Una proposta esclusiva per Brunello lovers cioè gli appassionati dei grandi vini rossi da invecchiamento e di grandi annate da collezione: 2004, 2007, 2012 nella versione RISERVA e in cassa di legno spedite a casa. Tutte vendemmie cinque stelle con ottimi giudizi da parte della stampa specializzata internazionale.

 

OFFERTA: 6 BOTTIGLIE DI BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2004, 2007, 2012 IN CASSA DI LEGNO E 6 BICCHIERI RIEDEL COLLEZIONE PERFORMANCE

Questa offerta si concluderà il 16 giugno 2020

 

Offerta-Brunello-Riserva-2004-2007-2012-e-6-bicchieri

Offerta Brunello Riserva 2004-2007-2012 e 6 bicchieri

PER I SOCI DEL CLUB DI DONATELLA

Prezzo speciale di 559,00 Euro (anziché 658,00€)

Offriamo gratuitamente le spese di spedizione in Italia e diamo 15€ di sconto per la spedizione all’estero.

 

PER CHI NON E’ ANCORA MEMBRO DEL CLUB DI DONATELLA

Prezzo speciale di 592,00 Euro (anziché 658,00€)

A questo prezzo va aggiunta la spedizione in Italia che ha il costo di 18€, mentre la spedizione all’estero varia a seconda del Paese e verrà quantificata all’accettazione dell’ordine.

 

Pagamento con bonifico bancario o Carta di Credito Visa o Mastercard.

 

PER PRENOTARE IL VINO MANDARE UN’EMAIL A

vino@cinellicolombini.it

 

——————————————–

IL BICCHIERE RIEDEL – COLLEZIONE PERFORMANCE PER IL BRUNELLO

riedel-performance-glasses

Riedel performance glasses

 

Per gustare il Brunello serve un calice di cristallo con una coppa ampia e slanciata verso l’alto. Molte cristallerie producono calici di questo tipo ma Riedel offre qualcosa di più. Riedel fu fondata nel 1756 in Germania e utilizza la migliore tecnologia tedesca e una manualità tradizionale. La guida la famiglia Riedel da undici generazioni e produce i cristalli da vino più famosi del mondo. La “performance collection” a cui appartiene il bicchiere che abbiamo scelto ha un bellissimo design moderno e la capacità di esaltare sapori e profumi del vino. Ma c’è una particolarità: l’impatto ottico all’interno della bulle che non è percepibile al tatto sull’esterno della coppa. Piccolissime onde che amplificano la visione del vino e il piacere delle sue caratteristiche.

 

 

CASATO PRIME DONNE E BRUNELLO RISERVA

Pochi territori del mondo sono capaci di produrre un grande vino con un solo vitigno come in Borgogna con il Pinot Noir. Montalcino è uno di questi territori. Il Sangiovese trova qui il terreno e il clima perfetti per maturare le sue uve lentamente e completamente dando vita a vini meravigliosi.

Il Casato Prime Donne, dove nascono i Brunello che vi presentiamo, apparteneva agli antenati di Donatella Cinelli Colombini già alla fine del Cinquecento quando pagavano le tasse per la sua coltivazione. Nell’Ottocento veniva usato per la caccia e la luna di miele e, per quattro secoli, non è mai stato venduto ma è passato in eredità da una generazione all’altra.

Dal 1998 è la prima cantina italiana con un organico interamente femminile, sono donne le 3 enologhe, le cantiniere, le addette al commerciale e all’accoglienza turistica.

Il Brunello proviene da 17 ettari di vigneto intorno alla cantina in cui sono coltivate solo piante di Sangiovese. Nel 2015 sono iniziati i controlli per la certificazione biologica dei vigneti che è arrivata 3 anni dopo.

 

BRUNELLO 2012 RISERVA – VENDEMMIA 5 STELLE

93/100 Wine Advocate – Robert Parker

93/100 Wine Spectator

Il Casato Prime Donne si trova nella zona Nord del territorio di Montalcino quella più fresca che ha avuto maggiori benefici dal global warming e, particolarmente in annate calde e siccitose come il 2012, si esprime a livelli di assoluta eccellenza. Nel 2012 l’inverno fu freddo e arido in cui neppure le abbondantissime nevicate idratarono il suolo. In estate, le temperature salirono moltissimo sia di giorno che di notte finchè, a settembre, iniziarono piogge intermittenti che consentirono un riequilibrio di acidi e zuccheri nell’uva insieme a una maturazione parallela dei polifenoli. La vendemmia avvenne dal 12 al 25 settembre. Come sempre la raccolta delle uve è stata manuale con attenta selezione dei grappoli nella vigna e cernita degli acini migliori in cantina.

 

BRUNELLO 2007 RISERVA – VENDEMMIA 5 STELLE

94/100 Wine Spectator Top – Scoring Brunello di Montalcino

92/100 Wine Advocate

Questo Brunello segna una svolta stilistica della cantina Casato Prime Donne verso la tradizione e il rispetto dei caratteri tipici di Montalcino: eleganza, armonia, lunghezza, sesosità, densità, complessità … A cui, con il tempo, si aggiunge una maggiore mineralità e morbidezza. Esiti resi possibili dal cambiamento climatico che avvantaggia i vigneti di Donatella Cinelli Colombini situati in una zona fresca di Montalcino con suolo ricco di argilla e quindi capace di catturare l’acqua piovana e rilasciarla durante i mesi caldi.

L’uva proviene quasi interamente dal vigneto Ardita, piantato nel 2001.

Nel 2007 l’inverno fu insolitamente mite e in primavera arrivarono le piogge che proseguirono durante l’estate alternandosi a giornate molto calde. Le viti non ebbero quindi stress idrici e sopportarono bene le alte temperature mentre la maturazione dell’uva avveniva in modo molto regolare. Come sempre, nei vigneti di Donatella Cinelli Colombini, la vendemmia avviene manualmente con accuratissima scelta delle uve. La maturazione è durata 3 anni in botti di rovere di dimensione crescente: quelle da 5 hl per il primo anno, poi i contenitori da 15 hl e infine le botti grandi da 30-40 hl.

 

BRUNELLO 2004 RISERVA – VENDEMMIA 5 STELLE

94/100 Wine Enthusiast

Quella del 2004 è stata la prima grande vendemmia del nuovo millennio. Premiata con 5 stelle dagli esperti che, ogni anno a febbraio, decidono il punteggio dell’ultima raccolta. A Montalcino il 2004 segna l’inizio di una serie positiva di 4 ottime raccolte che si sono succedute dal 2004 al 2008.

Un’annata in cui il clima è stato straordinariamente favorevole. Nel 2004 l’estate fu tiepida, niente stress idrico e viti in piena salute, invaiatura perfetta e veloce a inizio agosto e vendemmia alla fine di settembre, come nel calendario tradizionale. Anche in cantina la vinificazione fu regolarissima e temperature di fermentazione spontaneamente basse, successivamente nell’affinamento in botte di rovere furono utilizzate barriques e botti piccole all’inizio per finire con contenitori più grandi.

 

PER PORTARE IN TAVOLA IL BRUNELLO

Abbinamento gastronomico: piatti importanti di carne e formaggi stagionati.

Servizio in tavola: temperatura ambiente di 18°C – 64°F per il Brunello più giovane e di 20°C – 68°F per le annate più vecchie. E’ meglio stappare le bottiglie prima del servizio e soprattutto anticipare di qualche ora l’apertura del Brunello più vecchio. Decantare il vino è meglio.

 

PER CONSERVARE IL BRUNELLO

Tenere le bottiglie distese, al buio e al freddo (15-16°C – 59°F). Chi non ha una cantina adatta per conservare il vino dovrebbe berlo. Donatella Cinelli Colombini effettua la sostituzione dei tappi certificando l’operazione dopo 20-25  anni dall’anno di imbottigliamento quando il liquido scende a metà della spalla della bottiglia.

wine-destination

wine-destination
                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi