Il tabernacolo della Madonna del Brunello

Modernacolo

Il tabernacolo della Madonna del Brunello

[gplusone]

L’opera d’arte accanto alla dedica della vincitrice del Premio ‘Casato Prime Donne’ 2011, Carla Fendi, è un tabernacolo. Il tabernacolo del Brunello è un’opera che seppur rivoluzionaria, abbraccia la tradizione del territorio. Il tabernacolo di tre metri di altezza è fatto di paesaggio vitato che incornicia la Vergine col Bambino ed è caratterizzato da una superficie coperta di bottoni in omaggio alla stilista romana

Come ogni anno il Premio Casato Prime Donne è l’occasione per arricchire di un’opera d’arte la campagna del
Modernacolo

Modernacolo

la campagna del Brunello di Montalcino. Il personaggio femminile emblematico a cui viene assegnato il premio – quest’anno Carla Fendi – scrive una dedica a Montalcino a fianco della quale i giovani artisti toscani mettono una loro opera.

Un modo per arricchire il paesaggio secondo la lCarla Fendi ogica della Landscape Art e nell’assoluto rispetto della cultura locale sia nei soggetti che nei materiali. Anno dopo anno il Premio ‘Casato Prime Donne’ ha dunque costruito un percorso di arte, meditazione e natura.
Quest’anno la sfida era particolarmente alta per il personaggio e i suoi profondi interessi culturali. E da qui un’opera rivoluzionaria nel solco della tradizione dove la creatività rinnova le forme nel rispetto assoluto dei contenuti.
Il tabernacolo della Madonna del Brunello creato dai giovani architetti dello studio ‘Liberatori&Romualdi Architetti Associati’ rivoluziona il manufatto tradizionale perché non è la struttura edilizia bensì il paesaggio di Montalcino, coi suoi vigneti, a incorniciare la ‘Vergine col Bambino’ dipinta da Anna Maria Tesio.
Gli architetti Michele Liberatori, Ruben Romualdi e Marco Bondioli hanno disegnato una lastra metallica alta tre
taglio della lastra

taglio della lastra

metri, aperta al centro, con la forma di un tabernacolo; attraverso questa cavità è visibile il paesaggio di colline e vigneti dietro la lastra che, di fatto, costituisce il tabernacolo.

L’immagine sacra dipinta da Anna Maria Tesio, riprodotta su una mattonella di maiolica e fissata nel tabernacolo con lastre di cristallo, sembra sospesa in mezzo ai vigneti del Brunello. L’effetto è di grande suggestione e conferisce al paesaggio vitato una nuova sacralità.
Le componenti simboliche che collegano il tabernacolo al Brunello comprendono il profilo del tabernacolo e gli elementi stilistici in esplicito omaggio a Carla Fendi e alla sua attività di stilista di moda. La lastra intorno al tabernacolo è infatti coperta di bottoni gentilmente donatici dal Bottonificio Lenzi 1955; i colori usati corrispondono alle tonalità raffinate delle creazioni di Carla Fendi.
Il sentiero delle Prime Donne nei vigneti di Brunello del Casato Prime Donne, la cantina con organico
bottoni

bottoni

interamente femminile che organizza il premio, offre l’opportunità di valorizzare giovani artisti toscani dando visibilità al loro talento e finanziando la realizzazione di opere di notevole dimensione e impegno strutturale.

Le otto istallazioni che sono state realizzate negli anni scorsi sono di: Alessandro Grazi, Orlando Orlandini, Jeff Shapiro, Stefano Carlucci, Michael Austin Latka, Marco Pignattai, Rossana Mulinari, Bruno Bruchi e Giovanni Senatore.
Ognuna di esse ripropone temi, soggetti e materiali in armonia con l’ambiente e il paesaggio. Si tratta di una proposta culturale chiamata ‘Landscape Art’ che porta le istallazioni artistiche in mezzo alla natura conferendo loro un nuovo aspetto e un nuovo significato. Una nuova frontiera della ‘artistically correct’ cioè della compatibilità con l’ambiente e la cultura dei luoghi. Contemporaneamente è un significativo arricchimento del paesaggio agricolo a cui viene data la stessa dignità di una piazza o di un palazzo.
Anche il tabernacolo realizzato quest’anno rimanda a strutture molto diffuse lungo le strade di campagna, tracce
Donatella e gli architetti

Donatella e gli architetti

di una devozione radicata e sincera. Nel territorio montalcinese sono generalmente edicole in mattoni con al centro l’immagine della Madonna protettrice della città. A questa antica tradizione oggi è stata data una nuova forma che idealmente ricongiunge i vigneti del Brunello con la Vergine del Soccorso patrona di Montalcino che da oltre quattrocento anni veglia su di loro.

Donatella e il Modernacolo

Donatella e il Modernacolo

NOTE BIOGRAFICHE

Liberatori&Romualdi Architetti Associati
Liberatori&Romualdi Architetti Associati è uno studio di architettura di Arezzo che dal 1994 è specializzato in interventi di restauro conservativo e ristrutturazione edilizia di fabbricati storici, case di campagna, agriturismi, case coloniche, palazzi, complessi colonici privati o turistico ricettivi, ville, appartamenti e architettura religiosa. Lo studio opera in tutto il territorio italiano ed ha realizzato, e sta realizzando, interventi prestigiosi ed importanti che è possibile visionare sul sito www.liberatoriromualdi.it
Anna Maria Tesio
Ha studiato al Liceo artistico di Roma con Marino Mazzacurati e si è poi laureata in architettura. Nella sua carriera di pittrice e incisore è stata invitata a esporre in 280 mostre fra cui le collettive dedicate agli artisti italiani a New York e nel Principato di Monaco. Sono suoi i libretti da Messa di Papa Giovanni Paolo II. Anna Maria Tesio ha realizzato le illustrazioni del Vangelo per il programma RAI ‘Il tempo dello spirito’. Per 40 anni è stata segretaria dell’UCAI Unione Cattolica Artisti Italiani.

wine-destination

wine-destination
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi