Messaggio alle donne del sindaco della legalità Lanzetta

montalcino-premio-casato-prime-donne-2012-sindaco-monasterace-lanzetta

Messaggio alle donne del sindaco della legalità Lanzetta

Ecco il messaggio alle donne della vincitrice del premio Casato Prime Donne 2012 che rimarrà per sempre nei vigneti di Brunello di Montalcino

montalcino-premio-casato-prime-donne-2012-sindaco-monasterace-lanzetta

montalcino-premio-casato-prime-donne-2012-sindaco-monasterace-lanzetta

Il Premio Casato Prime Donne 2012 è stato assegnato a Maria Carmela Lanzetta come esempio di nuova femminilità e di impegno civile capace di creare coinvolgimento. Il Sindaco di Monasterace Lanzetta ha subito l’incendio della farmacia di famiglia, spari sulla sua auto e altre minacce ma ha accettato di rimanere al suo prosto difendendo la legalità e i suoi concittadini.

La messaggio che Maria Carmela Lanzetta ha scritto in occasione del premio rispecchia la sua personalità positiva, la sua costante dedizione al prossimo e il suo amore per la Calabria e la Toscana

<< I nostri occhi stupefatti dai colori del mare del paese natio / e dai cipressi che veleggiano sulle armoniose onde delle colline/ toscane. Viaggiare / nella loro prospettiva infinita / e pensare alla Bellezza del Paesaggio da tutelare / e alle Donne   da proteggere  dalla violenza quotidiana >>

La frase rimarrà nei vigneti di Brunello del Casato Prime Donne la cantina che organizza il premio e che, prima in

Montalcino_PremioCasatoPrimeDonne_MariaCarmelaLanzetta

Montalcino_PremioCasatoPrimeDonne_MariaCarmelaLanzetta

Italia, si avvale di un team interamente femminile. Anno dopo anno le frasi delle vincitrici vengono incise su cippi di travertino e poi collocate lungo un percorso meditativo e naturalistico. Chi lo percorre trova anche opere di arte contemporanea realizzate da giovani artisti toscani. Si tratta di istallazioni di grandi dimensioni e in stretto collegamento con la civiltà del luogo. Opere che si integrano e commentano il paesaggio secondo la poetica della  nuova “art of landscape”.

Nel caso del messaggio di Maria Carmela Lanzetta, l’istallazione artistica è di Marco Pignattai ed è costituita dalla siluette di un bue chianino “chianina” a grandezza naturale in acciaio a specchio. Si tratta della seconda versione di questo animale precedentemente realizzato in travertino dallo stesso artista.

Montalcino-Casato-Prime-Donne-Marco-Pignattai

Montalcino-Casato-Prime-Donne-Marco-Pignattai

E’ stato battezzato “Ardita” con un nome particolarmente adatto ad accompagnare la frase del sindaco di Monasterace. Maria Carmela Lanzetta è una farmacista, moglie e madre, prestata alla politica, quasi un eroe per caso, che ha trovato il coraggio di rimanere al suo posto di sindaco nonostante attentati e minacce. Un atto che ha suscitando la solidarietà e il consenso delle istituzioni nazionali ma soprattutto dei suoi concittadini. Dal suo impegno civile scaturisce insomma un movimento di reazione all’illegalità che trasforma la giovane sindaco di Monasterace in un simbolo di speranza e di rinascita per i territori in cui il rispetto delle regole proprie di un “paese normale” comporta sacrifici e rischi.

Montalcino-Josefa-Idem-Premio-Casato-Prime-Donne

Montalcino-Josefa-Idem-Premio-Casato-Prime-Donne

Le giurate del Premio Casato Prime Donne – Francesca Cinelli Colombini, Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione – hanno scelto il sindaco Lanzetta perché incarna i valori che rendono le donne un motore di crescita della società e di sviluppo economico: cultura, impegno, coraggio e capacità di coinvolgimento.

Negli anni il premio si è distinto proprio per la proposta di modelli femminili alternativi e innovativi quali l’astronauta Samantha Cristoforetti, unica donna europea ad andare nello spazio nel 2014 o l’olimpionica Josefa Idem che ha sfatato il luogo comune per cui l’agonismo è riservato ai giovani. Dal premio e dalla cantina Casato Prime Donne arriva dunque un messaggio di fiducia verso il futuro e nel ruolo che le donne potranno avere nel costruirlo.

di Donatella Cinelli Colombini

wine-destination

wine-destination
                                                                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi