Gabriele Gorelli Primo Master of Wine italiano

Gabriele Gorelli

Gabriele Gorelli Primo Master of Wine italiano

E’ montalcinese, poliglotta, gentile, intelligente, grande lavoratore e comunicatore, conosce e capisce il vino … il primo Master of Wine italiano Gabriele Gorelli

 

Brookshow e Gorelli Brunello nel cuore

Brookshow – Gabriele Gorelli, Donatella Cinelli Colombini, Fabrizio Bindocci: libro “Brunello nel cuore”

di Donatella Cinelli Colombini

Al messaggio di congratulazioni mio e di Violante ha risposto <<Carissime, so che avete sempre fortemente creduto in me. Questo mi stimola e mi rende fiero del tessuto imprenditoriale toscano e italiano. È stata dura, molto dura. Ancora non ci credo … Grazie infinite, G.>> Poche parole che trasmettono la grande tensione, non ancora smaltita, rispetto a una prova impegnativa oltre le previsioni e l’enorme emozione successiva. Quasi sotto choc, per un successo inseguito da 5 anni e che tutta l’Italia del vino aspettava da almeno trenta.

 

ITALIANI WINE EXPERT CHE FANNO FATICA AD AFFERMARSI RIMANENDO IN PATRIA

Sembrava un tormentone, fra i 418 Master of Wine c’erano esperti di vino di 32 nazioni ma nessun italiano. Quasi un sigillo di provincialismo enoico che si manifesta ormai troppo spesso: ricordiamo la figuraccia al concorso a squadre per sommelier del 12 ottobre 2019 al Castello di Chambord in Francia, dove i nostri sono arrivati ultimi su 27 nazioni partecipanti. Ed è stata la seconda volta consecutiva.

Benvenuto Brunello: la cerimonia dietro le quinte con Gabriele Gorelli

Benvenuto Brunello: la cerimonia dietro le quinte con Gabriele Gorelli

I nostri wine expert sono tecnicamente fortissimi e, quando vanno all’estero fanno letteralmente il botto, basta ricordare Matteo Montone, milanese trapiantato a Londra che ha vinto il titolo di Miglior Giovane Sommelier del Mondo nel 2019 e, nell’estate scorsa, è entrato nella Court of Master Sommelier. Anche in questo sodalizio ci sono 267 membri di tutto il mondo ma solo 2 italiani, entrambi operanti all’estero.
Il caso più eclatante è Paolo Basso che ha vinto il titolo di miglior Sommelier del Mondo ASI nel 2013 concorrendo per la Svizzera.
Gabriele Gorelli sembra sconfiggere questo luogo comune di italiani provinciali in patria e capaci di sbocciare solo andando all’estero. Infatti Gabriele è un giovane DOCG nato e cresciuto fra le vigne di Brunello, suo nonno aveva proprio un piccolo appezzamento e lui non ha mai cambiato luogo di residenza.

 

Gabriele Gorelli MW guida la degustazione di DOC Orcia a San Giovanni d'Asso - 2019

Gabriele Gorelli MW guida la degustazione di DOC Orcia a San Giovanni d’Asso – 2019

CHI SONO I MASTER OF WINE

L’esame per diventare Master of Wine è diviso in 3 parti da affrontare con l’aiuto di un Master of Wine tutor: si possono ripetere due volte fino a un massimo di 5 tentativi dopo di che si è definitivamente bocciati. Si tratta di un percorso costoso (il nostro Gabriele ci ha investito 38.000€) in termini di soldi e tempo perché richiede molti viaggi per conoscere l’intera enologia mondiale. Il primo esame è pratico e riguarda l’assaggio bendato di 12 vini da descrivere per scritto. Segue il test teorico su aspetti produttivi e commerciali, ed infine la relazione di 10.000 parole su un tema inedito frutto di una ricerca personale. Gabriele Gorelli ha scelto la quercetina, un precipitato del vino imbottigliato che i californiani conoscono da tempo ed ora sta diventando un problema anche nei distretti enologici europei perché è collegato all’innalzamento delle temperature. Un argomento nuovo e perfettamente centrato rispetto alla sensibilità dei Master of Wine, per i quali l’interesse per il vino non è tanto edonistico quanto collegato al mercato. In altre parole sono capaci di assaggiare con lo stesso impegno il vino in lattina e quello dei First Growth-Premier Cru di Bordeaux.

Gabriele Gorelli MW con i produttori di DOC Orcia a San Giovanni d'Asso - 2019

Gabriele Gorelli MW con i produttori di DOC Orcia a San Giovanni d’Asso – 2019

In altre parole un MW può sbagliare l’origine di uno Chardonnay ma azzecca la fascia di prezzo e il mercato più adatto.
La Court of Master Sommelier ha sede a Londra ed è stata fondata nel 1953. La compongono grandi giornalisti come Francis Robinson ma soprattutto buyers di monopoli, compagnie aeree, GDO, importatori … insomma persone che hanno le chiavi del mercato del vino. Fra loro uno dei miei importatori in Germania, Frank Roeder, ex pilota Lufthansa.

 

GABRIELE GORELLI PRIMO MASTER OF WINE ITALIANO

Gabriele Gorelli ha 36 anni, una maturità linguistica e poi si è iscritto alla Facoltà di Scienze dalla Comunicazione. E’ un ottimo grafico e un eccellente comunicatore, soprattutto, è estremamente affidabile e capace di lavorare tutta la notte o scaricare un intero furgone di depliant per rispettare i programmi di consegna. Durante la mia esperienza come vicepresidente del Consorzio del Brunello, ho collaborato molto con la sua agenzia Brookshow&Gorelli (agenzia di grafica, comunicazione visiva, tradizionale e digitale, pubblicità) realizzando progetti innovativi e coraggiosi. Loro è il sito del Consorzio del Brunello, la parte tecnica di Benvenuto Brunello, i depliant e i libri con cui i vini di Montalcino si presentano in tutto il mondo. Gabriele ha vinto il concorso per il logo Scd “Stem cell differentiation” che è andato nello spazio con Samantha Cristoforetti. <<Ebbene sì, lo ammetto, quando ero piccolo, anch’io ho desiderato di fare l’astronauta. Anche se il mio modello di professione da bambino era rappresentato da Archimede (il personaggio di Topolino), l’inventore>>.
Ora è il primo Master of Wine italiano e desidera diventare una figura istituzionale del vino italiano, cioè una sorta di portavoce della nostra enologia nei principali mercati esteri. Sarebbe utilissimo in questa veste e c’è da augurarsi che ICE, Ministero Agricoltura e Regione Toscana siano pronti a sfruttare questa opportunità così come fanno i cuginetti francesi.

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi