I giovani talenti rivoluzionari del vino

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

I giovani talenti rivoluzionari del vino

Wine Enthusiast ci propone come ogni anno 40 innovatori sotto i 40 anni che lavorano per cambiare la cultura enologica (e stanno lasciando il segno)

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

Di Donatella Cinelli Colombini

C’è di tutto: da quello che produce Sauvignon senza alcool ma con aggiunta di cannabis all’enologo israeliano paracadutista e cintura nera di Judo che ora lavora negli USA, fino all’appassionata di vini rosè che ha organizzato un museo e un wine bar su questa tipologia … la creatività è il futuro, sembra dire Wine Enthusiast proponendo una lista di 40 personaggi sotto i 40 anni che lasceranno la loro traccia in vino, birra, mixology, distillati, importazione … Ecco alcuni  giovani talenti rivoluzionari del vino:

SARAH CAHN BENNETT

39 anni, californiana, con laurea in enologia a Davis e una cantina di famiglia: la Navarro Vineyards & Winery, una delle migliori della Anderson Valley. Crede nella difesa ambientale e nella biodiversità. Vedendola con i capelli cortissimi, senza trucco e con un berretto a visiera sembra un ragazzo.

GEOFFREY MC FARLANE

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

36, anni californiano. Nel 2012 ha rivoluzionato il concetto di wine club che normalmente invia vino a casa in base a un abbonamento. Geoffrey ha sfruttato i social media per mandare un questionario che gli permette di capire il profilo del cliente e poi personalizza le sue raccomandazioni e i suoi invii. Poi ha iniziato a produrre direttamente i vini che vende integrandoli da partnership con vignaioli cult.

AMANDA WITTSTROM HIGGINS

37 anni, californiana e figlia di produttori , Ancient Peaks Winery, ha anche fondato Dream Big Darling: un’organizzazione no profit che vuole aumentare le opportunità delle donne del vino e organizza a Wine Speak Paso Robles un evento annuale che riunisce sommelier, leader dell’industria delle bevande e altri membri della comunità vinicola per un meeting di tre giorni.

ASHTIN BERRY

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

Giovani-talenti-rivoluzionari-del-vino

31 anni, ha la pelle nera, i capelli biondi, lunghissime unghie viola e un abbigliamento decisamente rock. Era sommelier nei ristoranti di lusso di New York poi ha deciso di reinventare l’industria dell’ospitalità. Insieme a un gruppo di attivisti -Radical Xchange- lavora per creare equità sociale e maggiori opportunità per gli emarginati mantenendo uno spirito fondamentale di divertimento e gioia.

ALEXIS BROWN

29 anni, Chicago. Ha fatto di tutto: da lavorare nel guardaroba di un night club a diplomarsi in mixologist. E’ una bella ragazza ispanica dalla pelle caffè latte. Le sue esperienze lavorative le hanno mostrato l’emarginazione e la negazione ingiusta delle opportunità. Per questo nel 2016, Brown ha co-fondato Causing a Stir, un’organizzazione finalizzata al potenziamento delle persone emarginate nel settore dell’ospitalità. I membri del suo gruppo sono ora oltre 1.000.

MORGAN FIRST

35 ann,i New York, sembra un’attrice di cabaret; il suo motto è “Pensa al rosa”. Insieme al partner Tyler Balliet, ha ideato Rosé Mansion nel 2018 e, quest’anno, l’ha raddoppiato. L’edificio contiene un museo incentrato sulla produzione del rosè e un wine bar ed è divertente e glamour.

JOHN HOUSE -KSENIJA KOSTIC

38 anni lui e 39 lei, entrambi wine maker in Oregon: cercano di produrre vini dove la mano dell’enologo non ci sia o quanto meno non si senta. Importano vini caratterizzati dalla stessa filosofia.

CARLIN KARR

33 anni, Denver. Partita da autodidatta è diventata un ottimo sommelier da Frasca a San Francisco dove ha anche supervisionato uno dei programmi televisivi sul vino più famosi degli States. Quindi ha riprodotto lo stile amichevole e la super lista di vini italiani a Denver nel locale “Tavernetta”

ELISABETH BOURCIER

35 anni, dopo il diploma di enotecnico al Walla Walla College è diventata un consulente dal tocco d’oro collaborando alla creazione di 60 vini che hanno ottenuto oltre 95 punti

TARA EMPSON

34 anni, Washington DC: dall’aprile scorso è CEO della ditta di importazione creata dal padre Neil Empson che vende in 32 Paesi del mondo. Campione dei vini autoctoni e monovarietali italiani, è pronta a condividere entusiasmanti esperienze in vigna e in cantina.

wine-destination

wine-destination
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi