La Mandragola: dall’orto a Machiavelli

La Mandragola: dall’orto a Machiavelli

Le mandragola è considerata afrodisiaca ma anche assassina e ha ispirato novelle e commedie. Venite a vederla nell’orto della Fattoria del Colle

Mandragola-Mandragora -autumnalis Bertol

Mandragola-Mandragora -autumnalis Bertol

Nell’orto grande della Fattoria del Colle ci sono 80 specie e 500 piante. Alcune di esse hanno una storia e un mito come la mandragola-mandragora, considerata afrodisiaca e assassina.

COMMEDIA LA MANDRAGOLA DI MACHIAVELLI
Niccolò Machiavelli scrisse la commedia La Mandragola in cinque atti, per le nozze di Lorenzo dé Medici e Margherita de La Tour, all’inizio del Cinquecento. Narra una vicenda divertente e irriverente che ebbe un grande successo.
La storia si svolge a Firenze nel 1504 il giovane e ricco Callimaco torna da Parigi a

La-Mandragola-commedia-di-Macchiavelli

La-Mandragola-commedia-di-Macchiavelli

Firenze attirato dalla fama della bellezza di Lucrezia, moglie fedele di un marito vecchio, borioso e stolto, Messer Nicia. Nicia crede che la moglie sia sterile e per rimediare a questo problema interpella un medico che lo convince a far bere a Lucrezia una pozione di mandragora, lei rimarrà incinta ma l’uomo che giacerà con lei morirà. Ovviamente Nicia non ha nessuna intenzione di perire d’amore e quindi decide di rapire uno sconosciuto per le vie di Firenze e metterlo nel letto di Lucrezia. Con l’aiuto di un frate corrotto, Nicia convince la moglie a lasciarsi amare da questo sconosciuto e il complotto viene messo in atto. In realtà nel letto di Lucrezia entrerà Callimaco che dopo una notte focosa rivelerà

Orto-grande-Fattoria-del-Colle-mandragora

Orto-grande-Fattoria-del-Colle-mandragora

l’inganno architettato ai danni del marito e il suo amore per lei. La burla ha un lieto fine e Lucrezia si innamora di Callimaco << Poiché la tua astuzia, la stupidità di mio marito, l’ingenuità di mia madre e la malizia del mio confessore mi hanno condotta a fare quello che mai avrei per me fatto, voglio credere che tutto questo derivi dalla volontà celeste, per cui io non ho il potere di rifiutare quello che il Cielo ha voluto>> Con la presunta benedizione divina e la felicità del marito cornuto Lucrezia e Callimaco diventano stabilmente amanti.

MANDRAGOLA FEMMINA AFRODISIACA
La pianta è una solanacea ed ha due versioni la Mandragora autumnalis Bertol con

Mandragora autumnalis Bertol radice-antropomorfa

Mandragora autumnalis Bertol radice-antropomorfa

fiori autunnali azzurro-violetti e la Mandragora vernalis Bertol con fioritura primaverile bianco-verdognola. La prima detta volgarmente Mandragola femmina, nella cultura popolare, ha poteri magici e virtù soprannaturali, legati anche alla sua radice antropomorfa che ha la forma di un fittone (tipo la carota) e può raggiungere un metro e mezzo di profondità. In realtà la mandragola contiene potenti alcaloidi che producono effetti tossici e allucinogeni ma non ha le virtù del viagra.

COLTIVAZIONE DELLA MANDRAGOLA
La Mandragola è diffusa nelle zone più calde del bacino Mediterraneo, vive nascosta sotto terra nella stagione calda e rispunta d’autunno fiorendo per tutta la stagione fredda anche sotto la neve. Alla fioritura seguono i frutti, che sono bacche ovoidali di colore giallo aranciato. A causa della sua lunga radice la mandragora si coltiva difficilmente in vaso e richiede sempre terreni profondi calcarei, ben drenati e leggermente ombreggiati. Se nel terreno ristagna l’acqua la radice marcisce. La mandragola va innaffiata poco nella fase estiva di letargo, sotto terra e maggiormente nella fase vegetativa (da settembre a marzo) quando è bene aiutarla periodicamente con del concime.
Nei primi tre anni la crescita della pianta è lentissima. Non ama essere spostata.

wine-destination

wine-destination

                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi