La Primavera del Rinascimento e l’estate Lions

Lions Club Firenze Brunelleschi

La Primavera del Rinascimento e l’estate Lions

Anteprima dell’annata per i Lions del Firenze Brunelleschi che salutano la formella del grande architetto, simbolo del loro Club, prima che voli al Louvre

Lions Club Firenze Brunelleschi

Lions Club Firenze Brunelleschi

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
La splendida mostra di Palazzo Strozzi “Primavera del Rinascimento” sta per lasciare Firenze diretta a Parigi ma i Lions del Brunelleschi sono andati in gruppo (32 persone) a visitarla per ammirare dal vero la formella con il “Sacrificio di Isacco”. Aperitivo all’Hotel Tornabuoni Beacci con spuntino estivo a base di panzanelle, pappa col pomodoro e gazpacho. Foto di gruppo e quindi visita guidata della mostra. Una visita che ha suscitato un grande interesse per cui si è protratta fino al limite massimo dell’orario di chiusura sfidando il caldo di una serata africana.
Le due formelle con i rilievi del Sacrificio di Isacco di Lorenzo Ghiberti e  Filippo Brunelleschi per la Porta del Battistero aprono la seconda sezione della mostra intitolata l’Alba del Rinascimento. L’“età nuova” inizia assieme al Quattrocento, è il momento in cui nasce un nuovo stile e un nuovo modo di concepire l’uomo e il suo destino. Firenze diventa un vivaio di giovani artisti geniali spesso amici tra loro come Brunelleschi, Donatello e Nanni di Banco che insieme crearono il modello della cupola del Santa Maria del Fiore convincendo le autorità cittadine a affidare il cantiere a Ser Filippo Brunelleschi.

Vedere dal vero la formella di Brunelleschi per il Battistero ha commosso i Lions che l’hanno scelta come loro simbolo e

Primavera del Rinascimento

Primavera del Rinascimento

li ha riconfermati nella loro decisione. Brunelleschi, il più grande architetto di tutti i tempi, nasce dall’insuccesso di quel rilievo rivoluzionario e forse per questo in anticipo rispetto alla sensibilità delle autorità cittadine a cui era affidata la scelta. Dall’insuccesso Ser Filippo trova la spinta per rimettersi in gioco e cambiare mestiere. Smette di fare l’orafo diventa il primo architetto, colui che rivoluziona le tecniche costruttive, l’organizzazione dei cantieri e inventa persino nuove macchine per sollevare i pesi.

Donatello Banchetto di Erode Lille

Donatello Banchetto di Erode Lille

Chiudo con una chiosa, sapete quale opera ha colpito di più il Presidente del Lions Club Firenze Brunelleschi (e mio marito) Carlo Gardini? Il bassorilievo di Donatello con il Festino di Erode proveniente dal Museo di Lille in Francia. Io e Carlo abbiamo vissuto un anno a Lille, appena sposati e ammiravamo quel bassorilievo in marmo anche perché ci ricordava la nostra Siena dove lo stesso soggetto è stato eseguito da Donatello, in bronzo, nel Fonte battesimale. Nostalgia della gioventù e di un tempo più spensierato che arricchisce la visita di una splendida Mostra.

 

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi