Meglio il vino della finanza perchè rende di più

Bordeaux-Donatella-Cinellicolombini-a-Chateau-Margaux

Meglio il vino della finanza perchè rende di più

Le grandi bottiglie rendono più dei patrimoni azionari sia nel breve che nel lungo periodo. Per questo i caveau blindati si stanno riempiendo di vino

Grandi-vini-italiani-Ornellaia-Sassicaia-Solaia

meglio-il-vino-della-finanza-Grandi-vini-italiani-Ornellaia-Sassicaia-Solaia

Di Donatella Cinelli Colombini

Gianni Agnelli, grande industriale ma anche uomo che sapeva vivere alla grande diceva <<preferisco investire in vino che in azioni quotate in borsa:il vino se proprio andasse male l’investimento me lo posso bere, con le azioni non ci posso fare niente!>> Una frase diventata celebre che ha anche anticipato i tempi perché le bottiglie sono diventare davvero meglio dei titoli azionari come ha dimostrato Liv-ex il portale dei collezionisti di vini di lusso.

LIV-EX CONFRONTO FRA RENDIMENTO DEL VINO E DELLA BORSA

 

Château Latour

Meglio-il-vino-della-finanza-Château Latour

Va detto che Liv-Ex si occupa delle blue chip del vino cioè delle bottiglie con valore più alto e più stabile. C’è un indice, il Liv-ex 50 che riguarda solo i First Growths cioè Château Latour, Château Lafite Rothschild, Château Margaux, Château Haut-Brion e Château Mouton. Il numero delle referenze si allarga nel Liv-ex Fine Wine 100 ed è ancora più ampio nel Liv-ex 1000 che prende in esame anche il prezzo di moltissimi vini italiani: Sassicaia, Solaia, Tignanello, Ornellaia, Masseto, Guado al Tasso, Gaja, Tua Rita, Giacomo Conterno.
Proprio quest’ultimo ha fatto segnare un incremento di valore medio del 10% nel solo 2018. Ancora meglio le bottiglie borgognone con un’autentica impennata di valori che sfiora il 35% in un anno. Gli investitori di borsa, che hanno visto i loro patrimoni in perdita, si pentiranno di non aver scommesso sulle bottiglie pregiate.
Anche gli incrementi di valore nel lungo termine sono estremamente vantaggiosi. Negli ultimi 15 anni il prezzo delle bottiglie, esaminate da LIV-ex, è cresciuto di oltre il 200% mentre gli indici sull’aumento dei valori di borsa erano, nella migliore delle ipotesi del 140%( Standard & Poor’s 500) mentre, nello stesso periodo Ftse 100, relativo alle società più capitalizzate al London Stock Exchange, cresceva del 59,2%.

WINE SEARCHER I VINI CON MAGGIORI INCREMENTI DI VALORE

Bordeaux-Donatella-Cinellicolombini-a-Chateau-Margaux

Bordeaux-Donatella-Cinellicolombini-a-Chateau-Margaux

Liv-ex non è l’unico a sostenere <<meglio il vino delle cedole>>. Un interessantissimo articolo di Don Kavanagh in cui erano analizzati i prezzi pubblicati in Wine Searcher, l’enorme database in cui confluiscono i listini di 90.000 rivendite di tutto il mondo, segnalava i 5 vini con gli incrementi più spettacolari. Partendo da prezzi ragionevoli hanno arricchito i loro collezionisti.
Provengono da zone viticole molto distanti ma hanno una caratteristica in comune: un ottimo giudizio da parte di WineAdvocate-Robert Parker. Anzi, se c’è un consiglio da dare a chi vuole investire, è quello di tenere d’occhio i rating del famoso critico americano e investire velocemente sui vini premiati.

N° 1- 2010 Peter Michael Ma Danseuse Pinot Noir, Sonoma Coast. Alla sua seconda vendemmia questo vino ha ottenuto 100/100 da Robert Parker e il suo prezzo è schizzato da 124 a 552 Dollari.
N°2 – 2009 Bodegas Alto Moncayo Garnacha, Campo de Borja. Anche in questo caso si tratta di un vino premiato con il punteggio di 100/100 da Wine Advocate Robert Parker . Negli ultimi 5 anni il prezzo è passato da 44 a 300 Dollari per poi ridimensionarsi intorno a 174$
N°3 – 2007 Côte Bonneville DuBrul Vineyard Carriage House Red, Yakima Valley.
Si tratta di un normalissimo blend di Cabernet e Merlot che normalmente costa intorno ai 50$: dopo che i vigneti DuBrul furono premiati come i migliori dell’anno nel 2007 nello stato di Washington, il prezzo del vino è salito fino a 180 Dollari.
N°4- 2009 Chateau Montelena Cabernet Sauvignon Castello neogotico costruito a Napa Valley nel 1888. Negli ultimi cinque il valore di questo vino è triplicato.
N°5 – 2000 La Rioja Alta Viña Ardanza Reserva Rioja DOCa. Top 100 Wine Enthusiast 2017 Il prezzo della Viña Ardanza Reserva 2000 è salito da 37 a 106$.

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation

wine-destination-wine-experiences-spa-accommodation
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi