Se non ora quando? A Siena il 9 luglio

Se non ora quando

Se non ora quando? A Siena il 9 luglio

[gplusone]
Se non ora quando
Se non ora quando

A un primo colpo d’occhio, il pubblico nella piazza di Sant’Agostino, sembra quello di un concerto rock con tanta gente allegra, attenta e con la voglia di farsi sentire. Poi ti accorgi che ci sono quasi solo donne, di tutte le età e di tutta Italia,  anzi ti accorgi di essere alla prima vera grande festa delle donne italiane. Siena 9 luglio 2011, sono felice di essere qui e di aver dato il mio Brunello  2006  Prime Donne per le relatrici 

 

Dopo essersi riunite in tutte le piazze, il 13 febbraio scorso, le donne di << se non ora quando >> fanno di nuovo sentire la loro voce. E che voce! La prima pagine di “Repubblica un’intera pagina sul “Corriere della sera” tutti i TG e i GR nazionali…. 

E’ sabato e il termometro segna 35,5° all’ombra  ma in questa piazza di Siena ci sono oltre 2.000 donne

Susanna Camusso CGL

Susanna Camusso CGL

; alcuni volti noti, la maggior parte giovani, molto probabilmente laureate e tutte con  una grinta da vendere. Sono diverse dalle femministe di un tempo. Più che contestare vogliono contare.

On. Rosy Bindi

On. Rosy Bindi

Dopo una mattinata di relazioni sulla situazione femminile nel pomeriggio salgono sul palco le rappresentanti dei comitati locali e alcuni personaggi carismatici. 3 minuti ciascuna, tempo uguale  per le famose e le non famose.

C’è una nuova consapevolezza fra le donne, la sensazione che insieme sfonderanno gli argini di una condizione femminile antica. L’entusiasmo di sentirsi un fiume in piena  con una forza che nessuno può fermare  e che nasce dalla capacità di collegarsi, di fare rete.
Questa sembra proprio la volta buona, anche se, come ha detto Susanna Camusso, esiste ancora chi perde il posto se rimane incinta e un esercito di donne  costrette a supplire alla carenza di case di riposo e asili nido.
La voce delle donne grida ancora la protesta ma soprattutto fa sentire l’orgoglio. C’è chi è entrata nel Consiglio Comunale di Napoli che non vedeva una donna da decenni e chi ha collaborato al risultato del referendum. Insomma il sesso debole è più forte.  

 << Le donne fanno soffiare il vento del cambiamento con la mente e con il cuore>> dice Rosy Bindi << … un cambiamento che riguarda anche i partiti>> . Lo stretto collegamento fra la discriminazione femminile e il potere maschile scricchiola?
Pare di si ed è proprio su questo punto che l’alleanza bipartisan può essere decisiva. Flavia Perina lancia un appello affinché le donne non votino i partiti e i candidati che non le appoggiano.  Mentre Giulia Bongiorno si scalda  << Non è vero che le veline sono a destra e l’impegno a sinistra>> le donne meravigliose sono in tutte le parti politiche salvo in quella dell’inconcludente chiacchiericcio. E da avvocato spiega << sapete cos’è una class action? E’ l’azione

Susanna Cenni e Marzia Tempestini

Susanna Cenni e Marzia Tempestini

legale collettiva fatta da chi ha subito lo stesso danno. Da soli i cittadini non riuscirebbero ad attaccare i colossi multinazionali ma unendosi vincono. Le donne devono fare la stessa cosa. Unirsi!>
Sembra proprio questo il nocciolo della questione, le donne divise e sconfitte del passato e quelle vincenti collegate via web.
<<Forza!>> mi dice salutandomi Susanna Cenni, ora Onorevole e un tempo eccellente Assessore al Turismo della Toscana << abbiamo un’opportunità senza precedenti. O ora o mai più>>. 
 

wine-destination

wine-destination
                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi