WINESEARCHER VENDUTO A FLAVIAR NUOVO BIG DELL’ECOMMERCE

WineSearcher venduto a Flaviar nasce un nuovo colosso dell'e-commerce e dei servizi sul vino

WINESEARCHER VENDUTO A FLAVIAR NUOVO BIG DELL’ECOMMERCE

NEL 2023 FLAVIAR HA COMPRATO BARCART E POI WINE SEARCHER ACQUISENDO GLI STRUMENTI ELETTRONICI E IL DATA BASE PER DIVENTARE IL PRIMO PLAYER ONLINE DI VINO NEL MONDO

 

WineSearcher venduto a Flaviar nasce un nuovo colosso dell'e-commerce e dei servizi sul vino

WineSearcher venduto a Flaviar nasce un nuovo colosso dell’e-commerce e dei servizi sul vino

DI Donatella Cinelli Colombini #winedestination

Il vino ha un business mondiale di circa 200 miliardi, molto più piccolo del turismo e molto parcellizzato. Ci sono infatti solo poche grandi imprese -Diageo, Pernod Ricard, Costellation, Fortune, Gallo …. – che comunque hanno sia vino che alcolici nel loro business.

Tutto è di dimensioni più piccole rispetto ai colossi dei viaggi come TUI oppure Carnival o Booking. Per questo il vino è un settore scalabile da imprese intenzionate ad accaparrarsi la parte più remunerativa della catena del valore: i servizi e la distribuzione. Il tutto è reso più fattibile e remunerativo grazie all’arrivo dell’intelligenza artificiale collegata all’e-commerce perché il mondo dl vino è molto indietro nell’alfabetizzazione digitale.
Ho semplificato un argomento complesso allo scopo di spiegare il significato dell’acquisto di WineSearcher da parte di Flaviar e soprattutto il significato delle recenti acquisizioni che, anche in Italia, stanno facendo diventare i grandi sempre più grandi oltre a far assumere loro una struttura verticale grazie all’incorporazione di cantine e di società di importazione o distribuzione.
In questo scenario la nascita di un super colosso dei servizi sul vino deve far riflettere. 

 

 

NASCE IL BIG DELL’ECOMMERCE DI VINO E SERVIZI SUL VINO

Wine-Searcher è nato in UK 25 anni fa, ma adesso si trova in Nuova Zelanda ed è il più grande database al mondo di informazioni su prodotti, prezzi e disponibilità nel mercato globale delle bevande alcoliche.

Fondata nel 2012, Flaviar ha il suo punto di forza nella vendita di esperienze e eventi sui distillati negli Stati Uniti e in Europa. Nel 2022 ha annunciato la partnership con RNDC, uno dei principali distributori di bevande alcoliche in USA e all’inizio del 2023 Flaviar, Inc. ha completato l’acquisizione della società tecnologica Barcar. Unendo le competenze acquisite con questo acquisto e quelle presenti in WineSearcher, Flaviar diventa il sistema operativo leader mondiale del digitale per le bevande alcoliche in grado di supportare tutti i players del settore, fornendo soluzioni per i nuovi concorrenti e accelerando adozione dell’e-commerce in tutto il settore. Qualcosa di rivoluzionario come è avvenuto qualche anno fa nel turismo con l’avvento di TripAdvisor-Viator, Booking, Ryanair ….. oppure nel commercio con Amazon.

 

L’UNIONE DI 3 SOCIETA’ FORMA UN COLOSSO DEL BUSINESS ON LINE CON NUOVE CARATTERISTICHE

<<Questo è un classico caso in cui la somma è maggiore delle parti>> ha spiegato il cofondatore e amministratore delegato di Flaviar Jugoslav Petkovic facendo riferimento alla celebre legge economica chiamata “effetto moltiplicatore”. Infatti WineSearcher possiede un data base senza eguali su prodotti, prezzi, posizioni, produttori e rivenditori di bevande alcoliche in tutto il modo. Nel suo immenso portale è possibile consultare e analizzare quasi 18 milioni di elenchi di oltre 33.000 venditori in 126 paesi. A questo si aggiunge un numero di utenti impressionate: 300 milioni di ricerche ogni anno e una crescita mensile di 5 milioni di utenti attivi.
Il programma dei prossimi anni è quello di usare l’intelligenza artificiale per sviluppare le vendite di vini e alcolici online all’interno di WineSercher coinvolgendo le rivendite presenti nel database. Un sistema rivoluzionario e che potrebbe avere successo. Qualcosa di nuovo rispetto al “modello Amazon” che tutti conosciamo. E’ comunque evidente quanto la crescita della digitalizzazione faccia nascere nuovi servizi a favore dei consumatori e questo modifichi la catena distributiva a favore di grandi players.