Inizia la mia vendemmia

Gozo_vendemmia Shiraz_2012

Inizia la mia vendemmia

Ieri alla Fattoria del Colle è iniziata la vendemmia di Traminer per l’IGT Sanchimento ma io ero a un’altra vendemmia, a Gozo. Di Donatella Cinelli Colombini

Gozo_vendemmia Shiraz_2012

Gozo_vendemmia Shiraz_2012

Mercoledì 29 agosto vendemmia dell’uva Traminer alla fattoria del Colle, a Trequanda, nel Sud del Chianti e vendemmia dell’uva rossa Shiraz a Gozo vicino a Ramla bay, un posto talmente bello che Ulisse ci rimase 7 anni e, secondo la leggenda, il suo spirito è ancora nella grotta della ninfa Calypso  poco distante dalla vigna.

Quelle che vedete sono dunque le immagini della raccolta di Gozo.  I vigneti sono irrigati e, per i miei gusti, troppo carichi d’uva ma i grappoli sono piccoli, sani e perfettamente maturi. Fra i coglitori ci sono soprattutto pensionati e molti hanno il cappello di paglia con falde larghissime tipico dei contadini gozitani. L’uva è raccolta in cassettine da frutta traforate. Dalla vigna viene trasportata al centro dell’isola per essere pesata e poi trasferita nei camion delle cantine acquirenti. Poi, col traghetto, arriva a Malta. Presumo che venga diraspata e messa nel tino dopo più di un giorno e a una temperatura altissima visto che, persino nella stiva del  ferry, ci sono oltre 40°C.

Se la Repubblica di Malta vuole fare vini di eccellenza deve vinificare le sue uve vicino ai vigneti, così come deve ridurre le

Gozo

Gozo

produzioni a ettaro. Lo Shiraz ( lo scrivo all’australiana e non alla francese Syrah, perché il nostro vignaiolo ha trascorso un lungo periodo nella terra dei canguri) tende alla sovrapproduzione e qui a Gozo nessuno pratica la vendemmia verde per contrastarla, anzi forse c’è anche un uso abbondante di concime. Tuttavia il potenziale per una grande viticultura c’è, eccome se c’è!

Nella mia Toscana arrivano le prime analisi dell’uva. Siamo tutti grati alle nostre viti che hanno resistito stoicamente alla siccità adattandosi in modo sorprendente. Le abbiamo aiutate con zappature frequenti e diradamenti  dei grappoli ( la vendemmia verde è finita lunedì), ma le viti hanno fatto molto da sole, persino selezionando l’uva da portare a maturazione.  Splendida pianta la vite, sembra quasi intelligente!

Carlo con l'uva di Traminer

Carlo con l'uva di Traminer

Prevediamo di cogliere il Merlot della fattoria del Colle verso il 5 settembre e iniziare il Sangiovese per il Brunello (Casato Prime Donne a Montalcino), il Chianti e la Doc Orcia, fra il 10 e il 15 in base alle analisi delle uve.

In questo momento l’alcool potenziale è intorno a 12°Vol ma la maturità fenolica non è sufficiente. Siamo piuttosto ottimisti sulla qualità del raccolto ma sarà la vendemmia con meno uva a memoria d’uomo.

A sinistra mio marito Carlo Gardini con il Traminer per il suo amato passito. Un vino da dessert che anno dopo anno entusiasma sempre più lui e la cantiniera Barbara Magnani