Chi guadagna col cibo?

pasta with buffalo speck and grappa

Chi guadagna col cibo?

I 5,1€ di guadagno che scaturiscono da ogni 100€ di consumi alimentari vanno soprattutto a poche potentissime multinazionali del cibo. Agli agricoltori 0,90€

I vini di Donatella Cinelli Colombini coi biscotti salati dell'Amiata

guadagno-de-cibo- e-piccole imprese biscotti salati dell’Amiata con i Doc Orcia e Chianti

di Donatella Cinelli Colombini

La filiera agroalimentare italiana è il primo settore economico del nostro Paese. Cioè il frutto dei nostri campi e dei nostri allevamenti, che arriva sulla tavola dei consumatori, ha fatturato totale di 538 miliardi di Euro pari alla somma del PIL di Norvegia e Danimarca.

FILIERA AGROALIMENTARE PRIMO SETTORE ECONOMICO ITALIANO

Una cifra enorme ha spiegato The European House Ambrosetti presentando il rapporto <<La creazione di valore lungo la filiera agroalimentare estesa in Italia>> e un valore aggiunto enorme di 119,1 miliardi di Euro. 4,3 volte le filiere e l’indotto di automotive e arredo e 3,8 volte la filiera dell’abbigliamento ha commentato WineNews.
Nel wine and food lavorano 3,6 milioni di addetti in 2,1 milioni di imprese.

pasta with buffalo speck and grappa

pasta with buffalo speck and grappa

OGNI 100€ DI CONSUMI ALIMENTARI 17 VANO ALL’AGRICOLTURA CHE PRODUCE GLI ALIMENTI

Ma come si forma il prezzo di quello che arriva sulla nostra tavola? << Su 100 euro di consumi degli italiani il 32,8% remunera i fornitori di logistica, packaging e utenze, il 31,6% il personale, il 19,9% le casse dello Stato, l’8,3% i fornitori di macchinari e immobili, l’1,2% le banche, l’1,1% le importazioni nette e solo il 5,1% gli operatori della filiera agroalimentare estesa>> ha precisato Ambrosetti.
La cosa più interessante riguarda i guadagni, 100€ di consumi alimentari produce 5,1 Euro di utili che vanno per il 43,1% all’industria di trasformazione alimentare, il 19,6% va all’intermediazione (grossisti e intermediari in ambito di agricoltura, industria e commercio); il 17,7% all’agricoltura; l’11,8% alla distribuzione e il 7,8% alla ristorazione.

OGNI 100 EURO DI PROFITTI DELLA CATENA AGROALIMENTARE 0.90€  VANNO ALL’AGRICOLTURA

La variazione più vistosa degli ultimi anni riguarda la contrazione degli utili della distribuzione fino al 9,9%, al contrario la crescita dei profitti industriali del + 4,9%.
Colpisce vedere dove si fermano questi utili cioè i guadagni della trasformazione agroalimentare: le 57 aziende leader, in gran parte multinazionali, con una share superiore al 40% nei mercati di riferimento, catturano il 31,1% dell’utile di tutta l’industria alimentare e il 13,4% di quello dell’intera filiera.
Vediamo dunque che, negli ultimi anni la quota delle multinazionali del cibo che trasformano latte in formaggio, grano in biscotti, carne in salumi … si è allargata ed esse hanno acquisito una forza così grande da imporre le proprie condizioni sia all’agricoltura che alla distribuzione.

LO STRAPOTERE DELLE MULTINAZIONALI DEL CIBO

La cosa preoccupante è che l’1 per mille delle imprese industriali assorbe un utile di filiera elevatissimo creando uno squilibrio. E’ una situazione che perdura da anni e rende potentissime queste grandi aziende multinazionali, per cui esse riescono a imporre prezzi e condizioni a tutti gli altri attori del comparto.
La filiera agroalimentare italiana ha un valore importante, per la salute dei consumatori ma anche per le dinamiche sociali e economiche dei territori di origine degli alimenti. Dinamiche impossibili nella situazione in cui gran parte dei guadagni finiscono in poche potentissime mani.

wine-destination

wine-destination
                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi