Guida gaia ai segreti del vino

Siena Università per gli Stranieri, Galletti, Severini, Vedovelli

Guida gaia ai segreti del vino

 Il libro si intitola L’uva nel bicchiere (Gribaudo pp. 72 €10) ed è scritto da Teresa Severini Zaganelli la bella signora che tutti conoscono perchè da trent’anni si occupa di vino nelle cantine di famiglia  Lungarotti  di Torgiano in Umbria. Il libro ha appena vinto il ” Gourmand Wine Books Awards 2011 per l’italia, categoria “wine illustrations and publications” che Teresa ritirerà a Parigi durante la fiera del libro. Siamo all’ Università per gli stranieri di Siena dove il Rettore Massimo Vedovelli collabora da anni con l’ Enoteca Italiana, qui rappresentata dal Presidente Claudio Galletti, su progetti di divulgazione del vino

Teresa ha una laurea italiana in enologia e una specializzazione nella più prestigiosa università di vino del mondo, quella di

Siena Università per gli Stranieri, Galletti, Severini, Vedovelli

 

Bordeaux. Ha quindi una solidissima base tecnica ma il suo libro non è per esperti, anzi salta lo steccato degli addetti ai lavori e va a cercare un pubblico nuovo, lo informa lo diverte e alla fine lo conquista anche perché parla in modo comprensibile e soprattutto ai giovani aiutandosi con disegni vivacissimi.

In effetti l’idea è venuta a Teresa durante la visita in cantina della classe elementare di uno dei 3 figli. Lei si trovò a spiegare l’enologia ai bambini usando spunti inconsueti come il vino più amato dall’agente segreto 007, oppure gli odori e i sapori degli alimenti. Forse chi ama un linguaggio difficile, tortuoso, pieno di parole da iniziati… storcerà la bocca di fronte alla “Guida gaia ai

segreti del vino” ma Teresa sta facendo un’operazione culturale di grande efficacia.

Siena Università per gli stranieri M.G.Lungarotti

Per lei il vino è cultura, un concetto ereditato dalla madre Maria Grazia (ha sposato Giorgio Lungarotti dopo la morte del primo marito e padre di Teresa) autrice, a Torgiano, del primo è più importante Museo del vino italiano .

La presentazione del libro è l’occasione per riflettere sulle iniziative di studio e di didattica sul vino. Il Rettore Massimo Vedovelli fa riferimento a “Vino lingua” progetto che vede impegnati atenei spagnoli e francesi a fianco di quello per gli Stranieri di Siena <<abbiamo capito che le etichette non informano e che ci sono sbocchi professionali nuovi per chi studia le lingue estere insieme al vino>>. E’ verissimo e da qui nasce una nuova idea: tradurre il libro di Teresa in cinese << conto di farlo presto>> dice lei e conoscendola nessuno dubita che ci riuscirà.

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi