Il Vinitaly delle donne

Vinitaly 2015 le Donne del Vino

Il Vinitaly delle donne

Vinitaly, chiude con numeri da capogiro: 150mila visitatori di cui un terzo stranieri e le donne del vino sempre più protagoniste che io vi farò scoprire

Vinitaly 2015 le Donne del Vino

Vinitaly 2015 le Donne del Vino

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Tanto business al Vinitaly 2015: buyer da 140 Paesi con Thailandia, Vietnam, Singapore, Malesia … e la supercoppia USA-Canada molto ben rappresentata con oltre il 20% di tutti gli operatori esteri. Insomma un grande Vinitaly dove gli stand sono stati impegnati fino alle ultime ore di fiera.
Un Vinitaly festoso, con cene, balli e eventi tutte le sere come la degustazione organizzata da Andrea Gori nell’elegantissimo e storico Hotel Due Torri.

Un Vinitaly dove le donne si sono poste come nuove protagoniste. Sono loro che

Marzia Morganti, Pietro di Lazzaro TG3 Donatella Cinelli Colombini

Marzia Morganti, Pietro di Lazzaro TG3 Donatella Cinelli Colombini

chiudono la fiera con Finitaly alla Gran Guardia davanti all’Arena. Ingioiellate come principesse con collane, spille, bracciali di Gerardo Sacco – l’orafo calabrese divenuto celebre per aver adornato le dive del cinema dentro e fuori dai set – le Donne del vino hanno fatto festa a Stevie Kim la vulcanica coreana che ha rivoluzionato Vinitaly con un concetto di marketing più interattivo e partecipativo.

Steive Kim e Elena Martuscello

Steive Kim e Elena Martuscello

E lei si commuove … stupenda quella piccola donna apparentemente di ghiaccio, sul palco con Elena Martusciello, presidente delle Donne del vino.
Due giorni prima aveva presentato il convegno “Profumo di donna, viaggio nel senso ancestrale” con Alessandro Torcoli direttore di “Civiltà del Bere” che ha guidato una sala stracolma alla scoperta dei vini delle donne e soprattutto delle impronte olfattive più femminili.
Anche il ristorante che ha avuto più successo durante la fiera è delle Donne del Vino: file di clienti in attesa fino alle quattro del pomeriggio. Bello e di tendenza l’allestimento con prodotti di riciclo ma vanno ricordati soprattutto gli strepitosi cibi preparati sotto la guida di Marina Ramasso, la Lady chef di Vinitaly.

Vinitaly 2015 ufficio stampa Daniela e le hostess

Vinitaly 2015 ufficio stampa Daniela e le hostess

Curiosando in giro vi faccio scoprire altre donne protagoniste. Forte del mio accredito da blogger entro nell’Ufficio Stampa dove Daniela, un vero pilastro di questo servizio, ci fa vedere la parte di Vinitaly dove possono entrare “solo” i 2.600 giornalisti accreditati provenienti da 46 nazioni. Un piccolo esercito alla ricerca di notizie e spunti curiosi per riaccendere l’attenzione sul vino italiano. Camerini per i montaggi televisivi, con molte donne conduttrici TV tutte belle e magrissime. C’è una grande sala silenziosa con tanti banchi con monitor e tastiere per mandare i pezzi ai giornali, c’è un corridoio di armadietti chiusi a chiave per le borse, il caffè dove rifocillarsi gratuitamente …. Lì trovo la mia amica Anna Di Martino che sta completando il suo report sulle più grandi cantine italiane. Un’altra mia grande amica

Andrea Gori degustazione Hotel Due Torri

Andrea Gori degustazione Hotel Due Torri

Anna Pesenti le fa conoscere Sandro Bottega e entrambe rimaniamo basite dal volume di business che, in pochi anni, ha saputo sviluppare questo giovane uomo sempre sorridente.
Un’altra protagonista: Marilisa Allegrini capace di gestire con la stessa disinvoltura l’importatore svedese e Maurizio Staffelli di Striscia la Notizia. E’ lei la regina delle serate. Dopo Vinitaly. Vera donna manager (ma anche ottima madre di tre figli) Lia Tolaini che ha creato e portato al successo una delle migliori ditte di importazione di vino negli USA, la Banvile & Jones.

Patrizia Felluga con Caterina Donatella Cinelli Colombini con Violante

Patrizia Felluga con Caterina Donatella Cinelli Colombini con Violante

Parlo con Sandro Boscaini, presidente Federvini, della mia idea sulle “quote rosè” cioè di percentuali di donne nelle stanze dei bottoni del vino e lui mi dice sorridendo << ma io sono circondato da donne, ti presento i miei addetti stampa, donne bravissime>>. Per gli stand tante altre donne del vino piene di grinta e di coraggio Maria Ida Avallone, Patrizia Felluga, Ornella Venica tutte con le rispettive figlie, Angelo Gaja con sua figlia, la brava e bella Gaia e Marzia Morganti con suo figlio Niccolò Tempestini. Infine la mia preferita e protagonista assoluta, Violante la cinellicolombiniJr

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi