Italia dei raccomandati che punisce i talenti

Linda-Laura-Sabbadini-e-l'Italia.spreca-talenti

Italia dei raccomandati che punisce i talenti

Il caso di Linda Laura Sabbadini come simbolo di un Paese dove la carriera è fatta sulla fedeltà ai potenti e non sul merito

Linda-Laura-Sabbadini-e-l'Italia.spreca-talenti

Linda-Laura-Sabbadini-e-l’Italia.spreca-talenti

Di Donatella Cinelli Colombini

Robert Engle l’economista e statistico premio Nobel 2003 mi disse << ci sono troppi raccomandati, un Paese che non premia il talento non ce la può fare>> e purtroppo la sua dura diagnosi sull’Italia, detta sorseggiando un caffè in Piazza del Campo a Siena , nel 2009, si è rivelata esatta.
Le conferme sono nella difficoltà ad uscire dalla crisi ma soprattutto nella fuga dei cervelli.
Mauro Castelli ha 31 anni vive a Lisbona dove si è trasferito dopo il dottorato di ricerca sull’ dell’intelligenza artificiale all’Universitá di Milano Bicocca. <<Tornerebbe in Italia ?>> gli hanno chiesto da “Il Giornale” e lui ha risposto di no << A differenza dell’Italia, qui in Portogallo, se hai del talento prima o poi emergi e il tuo valore viene

mauro-castelli-cervelli.in.fuga-dall'Italia-dei-raccomandati

mauro-castelli-cervelli.in.fuga-dall’Italia-dei-raccomandati

riconosciuto>>.
E’ questo il guaio, ha ragione Engle, l’Italia spreca il suo capitale umano. Una situazione visibile da Sud a Nord nelle università come nella politica. E infatti l’Human capital Index 2016 presentato al World economic forum ci mette al 34° posto mentre in testa ci sono Finlandia, Norvegia, Svizzera, Giappone, Svezia, Nuova Zelanda, Olanda, Canada … Paesi dove non ci sono poveri perché tutto funziona.
Tra le nazioni industrializzate siamo penultimi. Una situazione sconfortante che penalizza soprattutto i giovani ma non solo loro.Un caso emblematico riguarda Linda Laura Sabbadini ex Direttore del dipartimento di statistiche sociali e ambientali dell’Istat, la studiosa a cui si deve l’indagine del

World-Economic-Forum-2016-Global-Leaders-to-Hold-Annual-Meeting-in-Davos-Switzerland

World-Economic-Forum-2016-Global-Leaders-to-Hold-Annual-Meeting-in-Davos-Switzerland

2006, che rivelò le enormi dimensioni della violenza sulle donne: 6.700.000 casi in Italia, 10 milioni se si considerano anche le violenze psicologiche, un milione di donne con un passato di stupri o tentati stupri. Per questo fu scelta nel 2013 per il Premio “Casato Prime Donne”.
La Sabbatini è un personaggio di rilevanza internazionale nel campo delle statistiche sociali: ha guidato in Italia il rinnovamento di questo settore. Autrice di oltre 100 pubblicazioni nazionali e internazionali e curatrice di 13 volumi sulle indagini statistiche sociali, è membro di commissioni di alto livello dell’ ONU, europee e nazionali … eppure qualche mese fa, con il nuovo Presidente dell’ISTAT Giorgio Alleva l’ha messa “in congelatore” con incarichi quasi irrilevanti.

Linda-Laura-Sabbadini-Premio-Prime-Donne-2013

Linda-Laura-Sabbadini-Premio-Prime-Donne-2013

Il motivo della defenestrazione della Sabbadini arriva dal “Corriere della Sera” che racconta un episodio << Che Alleva e Sabbadini non andassero d’accordo sulla gestione delle statistiche sociali era noto da tempo. Tra i due c’era anche stato un imbarazzante scambio in occasione della presentazione del Bes 2015 il 2 dicembre alla presenza del ministro Dario Franceschini: Alleva aveva rimproverato pubblicamente la capo dipartimento al termine della sua brillante presentazione dei risultati dell’indagine sul benessere e Sabbadini aveva risposto per le rime. >>
Errore imperdonabile perché in Italia viene premiata la fedeltà non il talento e quindi chi dice quello che pena, specialmente in pubblico, rischia grosso. In favore della Sabbadini si è schierato un esercito di intellettuali, esperti, personaggi della cultura … ma non è bastato a farle riavere un incarico di rilievo all’ISTAT.
Ma è difficile bloccare una donna con le sue capacità e il direttore de “La stampa” l’ha chiamata a scrivere gli editoriali, così una o due volte la settimana Linda Laura Sabbadini firma pezzi anche di prima pagina. Nel futuro chi sa… forse anche lei diventerà un cervello in fuga. Che peccato!

 

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi